(Sesto Potere) – Forlì – 5 maggio 2023 – L’Osservatorio Ciclisti di Asaps-Associazione nazionale (con sede a Forlì) Sostenitori Amici Polizia Stradale, nei primi quattro mesi del 2023, conta 36 decessi tra questi utenti vulnerabili, in miglioramento rispetto agli ultimi due anni.
Più nel dettaglio, sono avvenuti 10 decessi a gennaio, 5 a febbraio, 7 a marzo e ben 14 ad aprile, con un trend in crescita con l’arrivo della primavera.

I dati dell’Osservatorio Ciclisti di Asaps mettono in luce 11 morti in Lombardia, 6 nel Lazio e 3 rispettivamente in Emilia Romagna, Toscana e Veneto.

Sedici ciclisti avevano più di 65 anni di età. Si tratta di 32 uomini e 4 donne.

7 i ciclisti sono stati investiti da autocarri e 1 da un pullman. Mentre 4 sono rimasti vittime di pirati della strada.

Erano stati 58 i ciclisti deceduti nell’ anno 2021, ultimo dato certificato da Aci-Istat, mentre nel 2022 l’Osservatorio Asaps ne aveva contati 47.
Ma nel 2019 a mobilità completamente libera erano stati addirittura 69.

Dunque la tendenza degli incidenti fatali per i ciclisti sembra decisamente in miglioramento”: commenta l’Asaps che, ancora una volta, per sensibilizzare l’opinione pubblica, ha attivato la geolocalizzazione dei sinistri stradali mortali in Italia con il coinvolgimento dei ciclisti.

>Il link alla mappa della geolocalizzazione degli incidenti mortali con coinvolgimento di ciclisti in Italia nel 2023