L’81% delle famiglie italiane ha acquistato almeno una volta nel 2018 prodotti bio: studio Nomisma

(Sesto Potere) – Bologna 31 gennaio 2019 – Le produzioni biologiche sono letteralmente esplose nell’ultimo decennio e  partite dal canale del retail specializzato, le referenze bio hanno conquistato via via sempre maggior spazio sugli scaffali della Dmo (Distribuzione Moderna Organizzata) e in Italia sono oggi 24 le catene che gestiscono linee biologiche a marca del distributore.

prodotti bio

Nell’ultimo anno, secondo le indicazioni di Nomisma, l’81% delle famiglie, pari a 21,5 milioni, ha acquistato
almeno una volta in modo consapevole prodotti bio, ed è del 32% la quota di famiglie che ha fatto ricorso a
prodotti biologici con frequenza settimanale.

Una tendenza che trova riscontro in abitudini sempre più orientate a privilegiare i cibi di origine vegetale (il 62% dei consumatori ha ridotto i consumi di carne).

Il bio assume rilievo ancora superiore facendo specifico riferimento alla Mad (Marca del Distributore) , fonte Nomisma, primi 11 mesi 2018, dove i prodotti indicati come Bio-Eco raggiungono una quota superiore al 7%.

Per raffronto, la media nazionale del settore alimentare è del 4% (nel cui ambito 41 prodotti hanno superato la quota del 15%).

A livello di produzione, è dedicato al biologico il 15,5% della superficie agricola nazionale.
Per raffronto, in Europa è l’Austria ad avere la maggiore estensione agricola dedicata al bio (21,9%), seguita da Estonia (18,9%), Svezia (18,8%) Lettonia (14,3%) e Svizzera (13,5%). Sul mercato retail il biologico ha quote più marcate in Danimarca (13,3%), Svezia (9,8%) e Germania (9%).

ortaggi bio

Questi i risultati di un’indagine aggiornata sul mercato italiano dei prodotti biologici presentata da  Silvia Zucconi, responsabile Market Intelligence Nomisma,   nell’ambito del convegno “Tutti assieme appassionatamente. Come gestire una linea biologica e vivere felici” che s’è svolto   in occasione di Marca, il grande Salone internazionale sui prodotti a Marca del Distributore, in Fiera a Bologna.

Evento che ha visto la presenza e l’organizzazione di AssoBio, l’associazione cui aderisce un centinaio delle maggiori aziende di trasformazione e anche di distribuzione di prodotti biologici, che presidia direttamente le dinamiche dei diversi canali di mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *