Intenzioni di voto, Demopolis: effetto Covid sul peso dei partiti

0
767
scheda elettorale elezioni urna

(Sesto Potere) – Roma – 25 novembre 2020 – La Lega, sia pur in calo di consensi, resta oggi con il 23,5% primo partito nel Paese; il Partito Democratico avrebbe il 21%. In costante calo il Movimento 5 Stelle che viene raggiunto da Fratelli d’Italia al 15,4%: è la fotografia odierna del peso dei partiti scattata dal Barometro Politico dell’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento.
Più distanti risultano Forza Italia al 6,5%, la Sinistra di LeU con il 3,6% e, di fatto appaiati, Italia Viva di Renzi al 2,8 e Azione di Calenda al 2,7.

Il trend Demopolis racconta l’evoluzione del consenso dei due principali partiti: il partito di Salvini perde oltre 10 punti rispetto al 34% delle Europee, passando dal 37% dei giorni del Papeete nell’agosto 2019 al 31% del febbraio scorso, sino al 23,5 di oggi. Appena 2 punti e mezzo sopra il PD: il partito di Zingaretti resta tendenzialmente stabile da mesi, attestandosi oggi al 21%.

Alla vigilia degli Stati Generali, una sostanziale stabilità nei consensi si rileva anche per il Movimento 5 Stelle, dal 17% delle Europee al 14 del febbraio 2020 sino al 15,4% odierno. Dunque terzo partito, con il medesimo consenso raggiunto da Fratelli d’Italia, il partito di Giorgia Meloni cresciuto di 9 punti negli ultimi 18 mesi.

Secondo l’Istituto diretto da Pietro Vento, l’emergenza Covid ha influito non soltanto sul peso dei partiti, ma anche sull’evoluzione del rapporto tra i cittadini e le Istituzioni. La fiducia degli italiani nel Presidente del Consiglio è cresciuta in 3 mesi di 20 punti, dal 40% del gennaio scorso al 60% di aprile, con Giuseppe Conte pienamente apprezzato per la sua risolutezza nella gestione della pandemia. Per poi decrescere al 52% di settembre e al 45% di fine ottobre, ed attestarsi oggi al 46%.

Le troppe incertezze nelle scelte sanitarie e la curva crescente dei contagi – secondo l’analisi dell’Istituto Demopolis per il programma Otto e Mezzo – hanno ridimensionato anche la fiducia degli italiani nelle istituzioni regionali. Sia pur con significative differenze tra le diverse aree del Paese, la fiducia dei cittadini nelle Regioni passa dal 41% di un anno fa al 52% del maggio scorso sino al 44% di oggi.

Nota informativa: l’indagine è stata realizzata dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, dal 9 al 10 novembre 2020, per il programma Otto e Mezzo, su un campione stratificato di 1.500 intervistati, rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne. Supervisione della rilevazione demoscopica di Marco E. Tabacchi. Coordinamento di Pietro Vento, con la collaborazione di Giusy Montalbano e Maria Sabrina Titone.