(Sesto Potere) – Roma – 16 luglio 2021 – Se si votasse oggi per le Politiche, la Lega e Fratelli d’Italia con il 21% sarebbero, alla pari, primi partiti, con un vantaggio di appena un punto sul Partito Democratico, che otterrebbe oggi il 20%. Il Movimento 5 Stelle avrebbe il 17,2%; staccata al 6,8% Forza Italia. Sotto il 3% le altre forze minori. È la fotografia sul peso dei partiti, scattata dal Barometro Politico dell’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento.

Il partito di Giorgia Meloni, beneficiando anche del ruolo di quasi unica opposizione, completa oggi la lunga rincorsa su Salvini, iniziata alle Europee di 2 anni addietro: come emerge dal trend Demopolis per il programma Otto e Mezzo, le 2 principali forze di Centro Destra, oggi affiancate al 21%, nel maggio 2019 apparivano staccate di 28 punti: 34,3% la Lega, 6.4% FdI.

Il commento
“Due elementi – afferma il direttore dell’Istituto Demopolis Pietro Vento – colpiscono particolarmente: per la prima volta negli ultimi decenni, i 4 maggiori partiti italiani – Lega, Fratelli d’Italia, PD e Movimento 5 Stelle – sono oggi dentro una forbice inferiore ai 4 punti, tra il 21 e il 17,2%. E la distanza tra le prime 3 forze politiche si è ridotta ad 1 solo punto: segno di una partita politica sempre più aperta”.

Intanto, tra fine settembre e l’inizio di ottobre più di mille comuni italiani saranno chiamati ad eleggere i nuovi sindaci. Tra questi, 5 tra le più importanti metropoli italiane: Roma, Milano, Napoli, Torino e Bologna.

L’Istituto Demopolis ha tracciato le prime tendenze del voto a circa 3 mesi dalle elezioni amministrative. Se a Milano l’uscente Giuseppe Sala appare proiettato verso una riconferma, molto più aperta è la partita per l’elezione del nuovo Sindaco di Roma: nella Capitale appare certo il ballottaggio. Oggi, al primo turno, il candidato del Centro Destra Enrico Michetti sarebbe in vantaggio su Roberto Gualtieri, Virginia Raggi e Carlo Calenda.

Nota informativa
L’indagine è stata realizzata dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, nella terza decade del mese di giugno 2021, su un campione stratificato di 2.000 intervistati, rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne. Supervisione della rilevazione demoscopica di Marco E. Tabacchi. Coordinamento di Pietro Vento, con la collaborazione di Giusy Montalbano e Maria Sabrina Titone.