Innovazione, otto startup dell’Emilia-Romagna a Smau Milano 2020

0
151

(Sesto Potere) – Bologna – 9 ottobre 2020 – In questa edizione di Smau, in scena dal 20 al 21 ottobre, la Regione Emilia-Romagna, insieme ad ART-ER Attrattività Ricerca Territorio, presenta il meglio della sua innovazione arricchendo l’opportunità per far nascere nuove collaborazioni con imprese di altri territori, in cui possa emergere l’elevata capacità innovativa del sistema produttivo emiliano-romagnolo.  Una logica di co-innovazione, incentrata su momenti di incontro che ruotano attorno a temi quali Intelligenza ArtificialeLife Science ed Industria 4.0.

Smau Milano permetterà alle startup di incontrare aziende, incubatori, acceleratori, investitori, che possono in modalità diverse favorirne l’accelerazione anche grazie a progetti di co-innovazione. Saranno 8 le startup innovative selezionate che parteciperanno a Smau Milano il 20 e 21 ottobre 2020. L’appuntamento, giunto alla sua 57ma edizione, è un evento al quale prendono parte ogni anno le più dinamiche Regioni italiane con il proprio ecosistema dell’innovazione. Un programma articolato di incontri e momenti di networking per stimolare la nascita di nuove partnership tra imprese innovative e startup da un lato e aziende e pubbliche amministrazioni di tutto il territorio nazionale dall’altro, ma anche investitori e operatori internazionali, interessati ad investire negli ecosistemi dell’innovazione italiani, oltre ad una parte espositiva in cui approfondire la conoscenza con questi soggetti.

Le otto startup dell’Emilia-Romagna che saranno a Smau

In questa edizione di Smau l’Emilia-Romagna presenta il meglio della sua innovazione che impatta soprattutto nei settori quali Intelligenza Artificiale, Industria 4.0 e Life Science.

È in grado di dare una rapida valutazione delle vulnerabilità degli edifici e dei rischi delle infrastrutture, soprattutto ai fini finanziari e assicurativi, la piattaforma FIBA (Fast Infrastructure & Building Assessment) sviluppata da Builti, startup nata con l’obiettivo di semplificare l’esperienza di ingegneri e professionisti. Quest’anno la collaborazione tra la startup e l’azienda azienda chimico-farmaceutica Corden Pharma Latina SpA ha dato vita ad un progetto altamente innovativo e vincitore del Premio Innovazione Smau. L’idea in breve è quella di garantire che uno stabilimento di 400.000 metri quadri con produzione di farmaci in ambiente sterile sia antinfettivi sia oncologici, sia pienamente conforme alla legge per le attività industriali a rischio di eventi naturali tra quali il sisma. La soluzione proposta da Builti con la collaborazione ed il coinvolgimento del team di ingegneria dell’Università di Bologna, prevede un progetto strutturato con alla base l’applicazione della metodologia RE.SIS.TO.® (REsistenza SISmica TOtale) che determina una classe di vulnerabilità sismica – sia quantitativa che qualitativa – restituendo in forma sintetica e in breve tempo il grado di priorità di intervento richiesto e, successivamente, definendo strategie di miglioramento o adeguamento. Il risultato finale è stata la definizione di un programma di indagini, valutazioni e confronti, restituendo i risultati sia sotto forma di tempi di accadimento (inseriti nel Piano di Emergenza) che di un DVR (Documento Valutazione Rischi) sismico recepiti internamente e quindi consegnati agli Enti preposti.

ArzaMed attraverso la tecnologia cloud sviluppa e commercializza software in grado di semplificare il flusso di lavoro del medico con l’obiettivo di migliorare il percorso di cura del paziente. I principali vantaggi riguardano la riduzione degli appuntamenti persi, liste di attesa più brevi e meno tempo speso al telefono, informazioni cliniche strutturate ed accessibili in tempo reale da qualsiasi dispositivo, rapidità di diagnosi e controllo, strutturazione di flussi di prevenzione e monitoraggio clinico e soprattutto l’ottimizzazione della comunicazione tra paziente e medico.

Immersio invece è attiva con progetti e prodotti nel mondo della realtà aumentata per produttori industriali, per il mondo della medicina e per il settore della cultura. Il tutto customizzato tramite la realtà virtuale destinata per automatizzare l’importazione la trasformazione di progetti da 3D a VR. A Smau presenterà Remote Assistance AR: il prodotto, nato durante il lockdown, è in grado di mettere in connessione clienti e aziende distanti geograficamente grazie a dispositivi di realtà aumentata come smart glasses e mobile.

Cloudtec e la piattaforma Cloudvision, una realtà assistita intelligente che unisce l’infrastruttura cloud riuscendo ad elaborare dati visivi, sonori, ambientali restituendo all’operatore output in tempo reale. Le immagini ed i video acquisiti dall’operatore possono essere analizzati da algoritmi di Intelligenza Artificiale con l’obiettivo, ad esempio, di verificare automaticamente la qualità di un prodotto. Iooota attraverso Jarvis, declinato in soluzione IoT plug&play per lo smart building abilita efficienza energetica, comfort, sicurezza ed automazione con un solo punto di controllo e gestione, anche da remoto. La soluzione remote working invece è progettata per permettere all’azienda cliente di non dover pensare a nulla nel rendere un proprio collaboratore, che sia sprovvisto di pc, rapidamente operativo direttamente presso la sua abitazione e ad un costo estremamente competitivo e flessibile. Estrazione di dati, analisi di big-small data, motori semantici e analisi predittive per l’industria 4.0 sono le soluzioni di AI proposte da Instantechnologies.Tutte le soluzioni sono sviluppate utilizzando gli algoritmi e i tool proprietari e si basano su apprendimento e machine learning; ricerca, estrazione, correlazione ed elaborazione e analisi dei dati; visione artificiale. Tutte le soluzioni già realizzate sono modulari e scalabili così da potersi adattare alle specifiche esigenze ed al contesto d’uso e rispondere alle necessità aziendali. ERMES-X realizza prodotti basati su algoritmi di ricerca operativa e AI per una maggiore sostenibilità industriale. Con il software denominato Ermes si è in grado di produrre una pianificazione ottimale per ciascun soggetto, consentendo un miglioramento nell’efficacia ed efficienza nella divisione delle attività tra i vari soggetti (persone, furgoni, ecc.) e nella definizione dell’ordine con il quale ciascun soggetto deve svolgere le proprie attività. L’ottimizzazione della pallettizzazione e del carico dei mezzi è possibile invece con il software Packer: suggerisce la struttura e la sequenza di carico ottimizzate per massimizzare il volume occupato, fornendo una soluzione in pochi secondi ed è utilizzabile anche con colli di diverse dimensioni.

iThalia con l’app MuseOn veicola i contenuti al pubblico senza utilizzare connessioni internet, il loro caso di successo è la Cattedrale di Ferrara: si può visitare anche se è chiusa per restauro. L’utente entra in una pagina introduttiva e inizia la visita virtuale, scegliendo liberamente il percorso e gli approfondimenti. Le riprese fatte da un drone consentono di avere un’idea degli spazi interni della cattedrale, inoltre si possono vedere gli altari e ottenere tutte le spiegazioni inerenti. MuseOn è l’app ufficiale della cattedrale, ma al tempo stesso permette di fare rete fra tutti le istituzioni che la utilizzano, in modo da creare una grande community culturale.

Tutte le informazioni sui profili delle startup dell’Emilia-Romagna disponibili su https://www.smau.it/milano/