(Sesto Potere) – Parma – 17 novembre 2021 – Ennesima tragedia sul lavoro in Emilia-Romagna. L’ultimo caso ieri mattina a Lesignano de’ Bagni, nel parmense, dove un ragazzo di vent’anni, originario dello Sri Lanka, ha perso la vita, schiacciato da un macchinario.

Il giovane, impiegato in un appalto all’interno dell’azienda alimentare emiliana, sarebbe rimasto schiacciato da un macchinario che stava movimentando e che si sarebbe inceppato

“E’ un fatto grave, inaccettabile e, per giunta, annunciato. Chiediamo ancora una volta alla Regione Emilia-Romagna di convocare il tavolo del Patto per il Lavoro e per il Clima sulle tematiche della salute e sicurezza. Impegno più volte annunciato ma, al momento, ancora disatteso. Speriamo che la convocazione arrivi quanto prima”: afferma in una nota il segretario generale regionale Emilia-Romagna della Cisl Filippo Pieri (nella foto a lato).

“Un problema enorme come quello degli infortuni sul lavoro necessita certamente di interventi di tipo formativo, culturale e anche contrattuale, tuttavia sebbene alcune delle misure sollecitate dal sindacato confederale siano state attuate con il Dl ‘fiscale’ dell’ottobre 2021, non dimentichiamo che una parte importante della salute e sicurezza sul lavoro è in capo alle Ausl, che hanno un ruolo di verifica e ispezione e dipendono dalla Regione”: conclude Pieri.