Inaugurato a Parma il nuovo Ponte della Navetta

0
202

(Sesto Potere) – Parma – 26 marzo 2021 – Il ponte della Navetta, distrutto dall’alluvione del 13 ottobre del 2014  – quando le acque impetuose del torrente Baganza invasero l’antica struttura ciclopedonale – torna a vivere e a collegare i quartieri Montanara e Molinetto, nel Comune di Parma.  

L’inaugurazione dell’opera si è accompagnata all’omaggio agli ‘Angeli del Fango’, con un’opera d’arte dedicata a tutti coloro che si si sono impegnati per rimuovere i detriti nei giorni dell’alluvione.  

Taglio nastro inaugurazione Ponte della Navetta Parma (marzo 2021)

Al taglio del nastro hanno partecipato il presidente, Stefano Bonaccini, il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, l’assessore alle Politiche di pianificazione e sviluppo del territorio e delle opere pubbliche, Michele Alinovi e l’assessora alle Politiche di Sostenibilità Ambientale, Tiziana Benassi. Presenti anche i rappresentati delle autorità civili e militari, delle realtà cittadine, territoriali e associative che hanno dato il loro contributo nei giorni dell’alluvione e alla realizzazione del progetto.  

L’infrastruttura – dal valore economico di 1 milione e 700mila euro – è frutto del lavoro di squadra tra Comune di Parma, Regione Emilia-Romagna, ministero delle Infrastrutture, provveditorato interregionale delle Opere Pubbliche e cittadini.

È stato progettato con un‘unica campata di circa 70 metri di lunghezza sopraelevata rispetto al letto del torrente, in modo da non presentare ostacoli al deflusso delle acque e a ripristinare il dialogo tra due sistemi territoriali della città. A questo scopo sono previste anche opere funzionali come piste ciclabili che corrono lungo gli argini del torrenteL’obiettivo è quello di connettere anche il nuovo quartiere Parma Mia e di potenziare il sistema di collegamenti ciclopedonali nell’ambito del sistema delle piste ciclabili che corrono tra i due storici quartieri della città, favorendo la mobilità sostenibile.