Inaugurata a Ravenna la mostra “Novant’anni in Giallo

0
73

(Sesto Potere) – Ravenna – 29 ottobre 2019 – La 17edizione di “GialloLuna NeroNotte” si è aperta, martedì mattina, alle 11.00, con l’inaugurazione della mostra “Novant’anni in Giallo”, dedicata appunto all’importante anniversario del periodico di Mondadori, partner del festival da molti anni. La mostra è stata allestita negli spazi espositivi della biblioteca Alfredo Oriani, in via Corrado Ricci 26, dove resterà visitabile fino al 3 novembre (orari: mercoledì 30 ottobre, 8.30-13.30; giovedì 31 ottobre 9.00-13.30 e 15.00-18.00; 1, 2, 3 novembre 10.30-18.30).

Si tratta della conclusione del progetto “GialloLuna va a scuola”, proposto per il nono anno consecutivo, e ha coinvolto cinque classi del Liceo Artistico “Nervi-Severini”, con i loro docenti: Stefano Cappelletti, Claudio Righi, Andrea Tampieri. In totale sono esposte oltre 70 opere.

La direzione del festival, in stretta collaborazione con il liceo, ieri mattina ha anche assegna quattro borse di studio messe a disposizione da BPER Banca. Erano presenti Alessandro Piccinini, della Direzione territoriale Romagna dell’Istituto di credito; e Cristina Mazzi, responsabile della Filiale Ravenna-Agenzia 1.

I riconoscimenti sono andati a Irina Jemma, Asia Galeati (docente, professor Andrea Tampieri); Anya Diaconu, Martina Casadei Parlanti (docente, professor Stefano Cappelletti).

Sono stati poi consegnati premi in materiale didattico e di lettura agli studenti:

Matteo Medri, Sara Mrabet, Sara Evangelisti, Irene Monticelli (docente, professor Andrea Tampieri); Sara Santoro (docente, professor Claudio Righi); Asia Montanari, Arianna Benelli, Margherita Nava, Rachele Turchi, Sara Castagnoli (docente, professor Stefano Cappelletti).

La direzione artistica di GLNN ringrazia ancora una volta per la preziosa collaborazione la dirigente del Liceo Artistico, professoressa Mariateresa Buglione, e i docenti Stefano Cappelletti, Claudio Righi, Andrea Tampieri.

   www.gialloluna.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here