In bici contro il tumore al seno lungo la Via Romea Germanica fino a Forlì

0
120
Martina Facchin

(Sesto Potere) – Forlì – 12 novembre 2019 – Da Dobbiaco lo scorso settembre Martina Facchin ha pedalato lungo la val Pusteria fino a Bressanone, di qui lungo la Via Romea Germanica fino a Forlì. Martina non è una cicloturista di professione, ha scelto questo viaggio spinta dalla voglia di aggiungere un altro tratto della via Germanica a quello da Forlì a Roma già percorso a piedi.

Martina Facchin

Di professione veterinaria, Martina è impegnata come volontaria di Ados, Associazione Donne Operate al Seno, e il suo viaggio è dedicato alla raccolta fondi per l’associazione. Un’avventura propagata per mail anche dalla Fiab di Forlì. L’associazione Amici della Bicicletta riceverà  Martina domani 13 novembre alle ore 20.30 nella sede sociale di in viale Roma 124 per ribadire l’importanza della prevenzione al tumore al seno e  continuare la raccolta fondi.

“L’anno scorso avevo raccolta 500 euro che avevo donato all’Associazione Donne Operate al Seno del Cadore, Comelico e Cortina, e questi soldi si erano trasformati in 15 mammografie gratuite. Quest’anno, vorrei rilanciare la campagna e provare a quadruplicare, e trasformare il denaro in 60 mammografie gratuite!”: ha scritto nella presenmtazione della sua avventura la stessa Martina Facchin.

“Raccoglierò questi soldi mentre attraverserò mezza Italia in bicicletta, da San Candido a Forlì, cercando di trasmettere a quante più persone possibile l’importanza della prevenzione, non solo alle donne, anche agli uomini. La raccolta fondi continuerà fino a metà novembre e parteciperò inoltre a due serate dove racconterò il mio viaggio e anche in quell’occasione raccoglierò altre donazioni”: scrive Martina.

Informazioni on line sul  progetto: in bici lungo la via Romea Germanica contro il cancro al seno (qui il sito web) e su Facebook nella pagina Martyingita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here