Imprese, più investimenti a Forlì-Cesena che a Rimini

(Sesto Potere) – Forlì – 30 gennaio 2019 – Dall’Osservatorio Economico della Camera di commercio della Romagna l’analisi qualitativa circa le tipologie di investimenti effettuati delle imprese della provincia di Forlì-Cesena e di Rimini.

camera commercio forlì

Investimenti e Finanziamenti delle imprese – provincia di Forlì-Cesena
Con riferimento al 2018 (terzo trimestre) le imprese manifatturiere rispondenti all’indagine specifica riportano investimenti di ampliamento della capacità produttiva nel 21% dei casi, mentre gli investimenti di sostituzione sono il 35%. Il 51% dei rispondenti (sono previste risposte multiple) afferma anche di implementare investimenti nell’innovazione di prodotto, il 10% in formazione delle risorse umane e l’8% in attività di ReS. Il 26% dei rispondenti afferma inoltre di compiere investimenti nella struttura organizzativa dell’impresa (canali distributivi, nuove sedi, ecc.), mentre solamente l’1% investe nell’acquisizione di marchi e brevetti (immobilizzazioni immateriali). Gli investimenti nelle tecnologie digitali, infine, si ritrovano nel 13% dei casi.

Nel settore del commercio, la maggioranza (il 72%) delle frequenze dei rispondenti si ritrova per gli investimenti di innovazione di prodotto/servizio, nello sviluppo organizzativo (48%) e nella digitalizzazione (14%). Gli investimenti in formazione del personale sono dichiarati dal 9% dei rispondenti.

Per le imprese di entrambi i settori la fonte di finanziamento principale è il capitale di terzi (debito bancario); segue l’autofinanziamento (inteso come utili trattenuti) e il capitale proprio (inteso come nuovi apporti).

Il ricorso al Confidi per i finanziamenti bancari nel settore manifatturiero è presente nel 24% dei casi; il 32% dei rispondenti non lo ritiene necessario per la propria operatività mentre il 43% afferma di non conoscerne l’esistenza e la funzione. Nel settore del commercio, invece, il ricorso ai Confidi è limitato al 14% dei casi, mentre quasi la metà dei rispondenti (il 48%) afferma di non conoscerlo.

Investimenti e Finanziamenti delle imprese – provincia di Rimini
Con riferimento al 2018 (terzo trimestre) le imprese manifatturiere rispondenti all’indagine riportano investimenti di ampliamento della capacità produttiva nel 10% dei casi, mentre gli investimenti di sostituzione sono il 31%. Il 51% dei rispondenti (sono previste risposte multiple) afferma anche di implementare investimenti nell’innovazione di

camera commercio di rimini

prodotto, il 10% in formazione delle risorse umane e l’8% in attività di ReS. Il 37% dei rispondenti afferma inoltre di compiere investimenti nella struttura organizzativa dell’impresa (canali distributivi, nuove sedi, ecc.), mentre solamente il 2% investe nell’acquisizione di marchi e brevetti. Gli investimenti nelle tecnologie digitali, infine, si ritrovano nel 27% dei casi.

Nel settore del commercio, la maggioranza (il 73%) delle frequenze dei rispondenti si ritrova per gli investimenti di innovazione di prodotto/servizio, nello sviluppo organizzativo (34%) e nella digitalizzazione (23%). Gli investimenti in formazione sono dichiarati dal 15% dei rispondenti.

Per entrambi i settori la fonte di finanziamento principale è il capitale di terzi (debito bancario); segue l’autofinanziamento (inteso come utili trattenuti) e il capitale proprio (inteso come nuovi apporti).

Il ricorso al Confidi per i finanziamenti bancari nel settore manifatturiero è presente nel 26% dei casi; il 43% dei rispondenti non lo ritiene necessario per la propria operatività mentre il 30% afferma di non conoscerne l’esistenza e la funzione. Nel settore del commercio, invece, il ricorso ai Confidi è limitato al 10% dei casi, mentre circa la metà dei rispondenti (il 45%) afferma di non conoscerlo.

Info                                                                                                                                                                                                   Elaborazioni di Unioncamere Emilia-Romagna e Gruppo CLAS (indagine congiunturale del settore manifatturiero e del commercio, terzo trimestre 2018 sezione tematica)
Elaborazioni: Osservatorio economico della Camera di commercio della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini” a cura dell’Ufficio Statistica e Studi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *