Imola, si dimette la sindaca Sangiorgi (M5S).  Carmen Cappello (centrosinistra): “Fine di un incubo”

0
194
Manuela Sangiorgi

(Sesto Potere) – Imola, 29 ottobre 2019 – La sindaca di Imola, Manuela Sangiorgi, esponente del Movimento 5 Stelle, ha annunciato ieri sera , nel corso di un comizio in   piazza Matteotti , l’intenzione di dimettersi. La decisione – che considera  “irrevocabile” –  dovrebbe essere  confermata ufficialmente nella seduta del consiglio comunale di martedì, 29 ottobre, nel pomeriggio.  L’ormai ex sindaco ha aggiunto che:  “niente mi può far cambiare idea”.   

Manuela Sangiorgi

Una scelta a sorpresa dopo poco più di un ano e mezzo di esperienza amministrativa che segue un lungo duello politico con la sua sfidante al ballottaggio del giugno 2018   Carmen Cappello, a capo della lista civica di centrosinistra, fino alla questione  di un  capannone di proprietà della madre della sindaca e in quota parte anche della stessa Sangiorgi finita nel polverone di un’inchiesta giornalistica del principale giornale locale  e nelle maglie burocratiche  di  permessi e varianti urbanistiche.

L’esperienza politica della sindaca “grillina” era stata fino ad oggi travagliata , tanto che si era registrata la defezione di  ben cinque assessori della sua giunta (Ina DhimgjiniMaurizio Lelli, Rosa Lucente, Massimiliano Minorchio ed Ezio Roi)  per dimissioni o revoca dell’incarico, e per ultimo numerosi consiglieri della maggioranza le avevano sfilato l’appoggio.

“Non ci sono più le condizioni [per andare avanti], per colpa soprattutto di pochi all’interno del consiglio comunale che dovevano appoggiarmi”: ha affermato la  Sangiorgi dal palco.

“Oggi finisce un incubo durato 16 mesi per la nostra città. È finito il governo delle ambiguità, che ha permesso alla

Carmen Cappello

Sangiorgi di vincere solo grazie ai voti della Lega. La sindaca ha finalmente staccato la spina ad una giunta dove gli interessi personali hanno prevalso sul bene pubblico. Ora serve che la città si rialzi usando tutte le sue forze migliori. Sono certa che tutti assieme sapremo dimostrare maturità e spirito di comunità per riportare il nome di Imola al prestigio che si merita”: replica in una nota la rivale Carmen Cappello.
Pochi giorni prima , la stessa leader dell’opposizione imolese aveva lanciato una serie di accuse al sindaco ponendole alcune domande: “Questa città ha bisogno di trasparenza e di un sindaco vero , non di una signora che passa le giornate tra lacrime, accuse e impacciate smentite via Facebook su potenziali, gravissimi conflitti d’interesse. Le faccio una volta ancora le stesse domande alle quali si ostina a non rispondere: perché ha inserito una norma nel regolamento comunale che assegnava direttamente alla giunta il potere di decidere su un capannone di sua proprietà? Perché questa norma, dopo che il suo capannone ne ha beneficiato, è stata rapidamente rimossa?”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here