(Sesto Potere) – Imola – 27 ottobre 2021 – Sabato 30 ottobre, in occasione del 50.o anniversario della sua scomparsa, l’Amministrazione comunale organizza una cerimonia a ricordo del sindaco Amedeo Ruggi, che morì il 30 ottobre 1971 al suo tavolo di lavoro, in Municipio.

Amedeo Ruggi, un Sindaco tra la gente

L’iniziativa, dal titolo “Amedeo Ruggi, un Sindaco tra la gente”,prevede alle ore 10,nella Sala del Magistrato (che all’epoca ospitava il suo ufficio), nella residenza del palazzo comunale, lo scoprimento di una targa a ricordo di Amedeo Ruggi. Seguirà, alle ore 10,15, nella Sala del Consiglio Comunale, un’iniziativa istituzionale, che sarà introdotta da Marco Panieri, Sindaco di Imola, con a seguire gli interventi di Cesare Baccarini, già Assessore nella giunta del sindaco Ruggi 1965/1970; Maria Rosa Franzoni, già Assessore nella giunta del sindaco Gualandi 1975/1980; Marco Orazi, storico, Cidra Imola; Andrea Ferri, vice direttore Archivio Diocesano di Imola e di Marco Remo e Paolo Ruggi, figli di Amedeo Ruggi. Le conclusioni sono affidate a Paolo Calvano, Assessore al bilancio, personale, patrimonio e riordino istituzionale della Regione Emilia-Romagna.

marco panieri

Il commento

“A distanza di 50 anni dalla sua improvvisa e prematura scomparsa, è giusto e doveroso riproporre la memoria del grande sindaco Amedeo Ruggi, per ripercorrere non solo la sua vita, ma anche la sua figura istituzionale ed amministrativa che ha rappresentato per Imola e per il suo territorio un altissimo profilo di sindaco tra la gente, segnando gli anni decisivi della grande sfida del cambiamento, dell’innovazione e della crescita della città – spiega il sindaco Marco Panieri -. Le sue doti di umanità, di vicinanza alle persone, di attenzione ai più deboli, di serietà e di coerenza ci consegnano il ricordo del “Sindaco Buono”, come rimane e rimarrà sempre nella memoria dei tanti imolesi che lo hanno conosciuto e stimato. Ed il suo legame con la gente è rimasto sempre fortissimo, come testimonia anche l’intitolazione del palazzetto dello sport che fece realizzare”.

Succeduto ad un grande primo cittadino, Veraldo Vespignani, Ruggi è stato un uomo e un sindaco amato e stimato da tutti, in anni molto importanti per Imola: un uomo e un sindaco, perché la dimensione umana in lui non si è mai disgiunta da quella istituzionale ed anzi lo ha profondamente caratterizzato. Dopo di lui, è toccato ad un altro grande sindaco, Enrico Gualandi, ereditare all’improvviso e poi coltivare il frutto del suo impegno.

L’iniziativa nella sala del Consiglio sarà trasmessa anche in diretta streaming

Sono 50 i posti disponibili nella Sala del Consiglio comunale (non è prevista la prenotazione dei posti). Nel rispetto della normativa, per accedere verrà richiesta l’esibizione del Green Pass. Sarà possibile seguire l’evento in diretta streaming sul canale web https://imola.civicam.it