(Sesto Potere) – Imola – 23 febbraio 2022 – “Si è svolto un secondo incontro per analizzare l’organizzazione dei turni di lavoro così da potere definire una turnistica che a partire dalle 35 ore di lavoro – così come previsto dal contratto nazionale per chi opera su turni – permetta di dare stabilità alle rotazioni e consenta di organizzare una presenza costante e diffusa degli operatori/operatrici del Corpo di Polizia Locale sul territorio. Le organizzazioni sindacali hanno consegnato all’Amministrazione una proposta condivisa con una larghissima maggioranza degli operatori del reparto Viabilità del Corpo di Polizia Locale” fanno sapere Stefano Gaiani e Maurizio Serra di Fp Cgil Imola; Elisa Checcoli e Kevin Ponzuoli di Cisl Fp; Giuseppe Rago e Monica Renda di Uil Fpl e Marina Giambi Olivetta Dall’Olmo di CSA.

Alla prima parte di questo secondo incontro, nel corso della quale si è ragionato delle linee di indirizzo e degli obiettivi, prima di entrare nel merito dei singoli aspetti specifici del confronto, ha partecipato anche Marco Panieri, nella sua veste di Presidente del Nuovo Circondario Imolese e di sindaco di Imola, dopo che in precedenza aveva preso parte anche al primo incontro svoltosi il 21 gennaio scorso.

Marco Panieri

A questo proposito, spiega Marco Panieri: “il Tavolo di confronto con le organizzazioni sindacali di categoria prosegue il suo lavoro in uno spirito costruttivo, con l’obiettivo congiunto di delineare soluzioni operative che tengano insieme da un lato le migliori condizioni di lavoro per gli agenti e le agenti del Corpo di Polizia Locale dall’altro le esigenze dei cittadini, sul versante della viabilità, della legalità, della convivenza civile e del decoro urbano. E questo anche attraverso un percorso di nuove assunzioni”.

Per i rappresentanti di Fp Cgil Imola, Cisl Fp, Uil Fpl e CSA quello in corso “è un confronto che si propone di tenere insieme i tempi di vita e di lavoro delle persone e le esigenze di presidio del territorio e per questo motivo la proposta sindacale è oggetto di approfondimento da parte dell’Amministrazione. Ulteriore difficoltà è quella di un numero ancora al di sotto degli standard regionali degli operatori del Corpo: il Presidente del Circondario ha fornito rassicurazioni circa quattro assunzioni da tenersi a breve e di verificare tutte le possibilità per aumentare la capacità assunzionale del Circondario, in quanto vi sono anche altri uffici che presentano criticità”.

Infine, Stefano Gaiani e Maurizio Serra di Fp Cgil Imola; Elisa Checcoli e Kevin Ponzuoli di Cisl Fp; Giuseppe Rago e Monica Renda di Uil Fpl e Marina Giambi e Olivetta Dall’Olmo di CSA ricordano che “il prossimo incontro servirà anche ad analizzare le attività giuridico-amministrative che il Comando è tenuto a svolgere: situazione che al pari della Viabilità necessita di una discussione di merito che affronti i problemi organizzativi che da tempo interessano gli uffici con un aumento del disagio da parte degli operatori. Come organizzazioni sindacali vogliamo lavorare per favorire un impianto organizzativo definito che permetta alle persone di lavorare con protocolli chiari che favoriscano un servizio di qualità per i cittadini”.

“Il fatto che sia le organizzazioni sindacali sia noi abbiamo lo stesso obiettivo comune di garantire ai cittadini il miglior servizio possibile mi fa essere fiducioso sugli esiti del lavoro del tavolo di confronto” conclude Marco Panieri, presidente del Nuovo Circondario Imolese e di sindaco di Imola.