Imola, il Comune chiede la riattivazione dei corsi serali all’Itis Alberghetti

0
122
imola vista dall'alto ph IatComuneImola

(Sesto Potere) – Imola – 3 settembre 2021 – Il Comune di Imola scende in campo per far riattivare i corsi serali di Meccanica e Meccatronica all’ITIS “Alberghetti”. Nei giorni scorsi, infatti, il vice sindaco e assessore alla Scuola, Fabrizio Castellari, ha inviato una lettera all’Ufficio Scolastico Regionale, all’Ufficio V Ambito Territoriale di Bologna e per conoscenza all’Itis Alberghetti nella quale lo stesso Castellari assieme all’intera Amministrazione comunale “esprimono la ferma richiesta a codesti spettabili Uffici Scolastici di attivarsi per consentire l’avvio, anche quest’anno e nei tempi canonici, dei corsi serali di Meccanica e Meccatronica presso l’ITIS Alberghetti”.

“Abbiamo appreso con stupore e rammarico che, in occasione dell’imminente avvio dell’anno scolastico 2021/2022, al momento non sono ancora stati ri-attivati i corsi serali di Meccanica e Meccatronica presso l’ITIS “Alberghetti” di Imola, sembra per cause da ascriversi alla mancanza di organici e/o più in generale di fondi e risorse dedicate” scrive Castellari.

Fabrizio CASTELLARI
Fabrizio Castellari

Nel richiamare l’importanza di questi corsi, il vice sindaco ricorda che, “oltre ad essere consolidati e particolarmente apprezzati sul territorio imolese, siano prevalentemente fruiti da persone adulte, spesso padri di famiglia, che lavorano durante il giorno e studiano e frequentano le lezioni la sera. Sono persone che, come è noto, fanno sacrifici particolari per ottenere un diploma d’istruzione secondaria superiore che consenta loro di ambire a migliorare la posizione lavorativa, sociale ed economica anche delle proprie famiglie”.

L’’intento della presa di posizione del Comune e della conseguente lettera è quello di “scongiurare che numerosi studenti-lavoratori siano privati della possibilità di iniziare o proseguire il percorso verso il diploma”. Tanto più se si considera che, a quanto risulta all’Amministrazione comunale, “la mancata attivazione dei corsi non riguarderebbe solo l’avvio di nuove classi terze ma anche l’interruzione dei percorsi delle classi quarte e quinte già avviate nei precedenti anni scolastici, determinando così per numerosi studenti-lavoratori il drastico arresto del percorso formativo in itinere e vanificando di fatto gli sforzi profusi negli anni passati e le aspettative giustamente coltivate”.

Per Castellari va poi considerata “la particolarità di questo anno scolastico in avvio, nel quale vi è grande e positiva attesa da parte di tutta la comunità scolastica e dell’intera società civile per una ripresa davvero completa e strutturata, dopo molti mesi nei quali l’intero sistema scolastico e formativo è stato profondamente segnato dall’emergenza e dalle sue conseguenze”.

“Siamo in contatto anche con l’istituto ‘Alberghetti’ e con il dirigente scolastico reggente Gian Maria Ghetti, al quale ho espresso i migliori auguri di buon lavoro per il nuovo incarico e la gratitudine per avere accolto la reggenza dell’Itis ‘Alberghetti’. Ovviamente vi è piena sintonia e massima collaborazione istituzionale per il raggiungimento di questo importante obiettivo”: fa sapere il vice sindaco e assessore alla Scuola.

Ora il Comune, conoscendo “la positiva attenzione” dei suddetti Uffici Scolastici verso queste istanze, confida che si possa arrivare al favorevole accoglimento della richiesta di riattivazione dei corsi suddetti. “Sono fiducioso, la questione è fondamentale e confido davvero che una soluzione sarà individuata” conclude Castellari