Immigrazione, black out sulle notizie. Morrone (Lega): E’ regime

(Sesto Potere) – Roma – 13 settembre 2019 – Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ad Accumoli dopo l’incontro con gli amministratori locali delle zone terremotate, interpellato dai giornalisti presenti in una conferenza stampa violante, in merito alla situazione della Ocean Viking e degli stranieri a bordo da ripartire tra i Paesi Ue, ha detto fra l’altro: “Da ora in poi nessuna propaganda. L’ho detto alle forze politiche ed anche ai cittadini”. 

Morrone

Il premier, reduce dalla sua missione a Bruxelles, ha  raccontato  di aver ricevuto  dalla presidente della Commissione UE Ursula von der Leyen precise rassicurazioni  sull’ istituzione di un meccanismo “temporaneo” di ripartizione dei migranti tra un gruppo di Paesi volenterosi e che  su base volontaria, ogni volta che si presenterà il caso,  la stessa Commissione  proporrà agli Stati europei una quota di migranti da accogliere.

Secondo le cronache politiche  di oggi , alcuni ministri ricevuti da Conte hanno convenuto con lui la necessità di “ridurre al minimo le esternazioni sull’argomento” dicendosi d’accordo nel “mettere la sordina alla questione porti-chiusi, porti aperti”.

conte
conte

Una linea di condotta governativa che ha innescato la replica del deputato forlivese del Carroccio e segretario  della Lega Romagna, Jacopo Morrone, che in una nota afferma: “Ridurre al minimo le esternazioni sull’immigrazione. Lo leggiamo sui quotidiani di oggi. E’ l’invito del premier Giuseppe Conte al Governo e, va da sé, l’intimazione ai media a non sgarrare. La lungimirante politica immigratoria dell’esecutivo giallo-rosso punta a mettere il silenziatore alle notizie così gli italiani, tenuti all’oscuro, non potranno giudicare i deficit del nuovo governo e l’ossequio servile alla nuova Commissione UE, che, afferma Conte, risolverà con la bacchetta magica il problema delle ripartizioni”.

“Sai che valore hanno fantomatiche ‘rassicurazioni’ di Ursula von der Leyen di un ‘meccanismo temporaneo di ripartizioni tra paesi volenterosi’. Quali siano questi Paesi non è dato di sapere, ma questo poco importa a Conte, al quale bastano le promesse della UE a cui ha svenduto l’Italia, con il beneplacito Pd. La storia si ripete. Le stesse promesse erano state fatte ai governi dem che, grazie alla UE, hanno trasformato l’Italia nel più grande campo profughi d’Europa a spese dei contribuenti italiani”: aggiunge Morrone.

“Ma ciò che più stupisce è che non ci sia la rivolta dei ‘chierici’ della libertà di informazione rispetto al bavaglio alle notizie auspicato dall’esecutivo. L’avesse fatto la Lega, apriti cielo, già si griderebbe a politiche illiberali, al regime. Lo fanno l’avvocato di Palazzo e il Pd e tutto è giustificato. Questo è regime”: conclude il deputato della Lega.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *