Immigrati sfruttati per 50 euro al mese, operazione della Mobile di Forlì

0
427
questura di Forlì

(Sesto Potere) – Forlì – 15 aprile 2020 – Brillante operazione della Squadra Mobile di Forlì che, in collaborazione con le Squadre Mobili di Ravenna, Modena e Treviso, ha sgominato un’organizzazione criminale che sfruttava manodopera immigrata per lavoro nei campi di Forlì-Cesena e Ravenna.

questura di Forlì

Il bilancio dell’intervento delle forze dell’ordine è di un’ordinanza di custodia in carcere nei confronti di 4 pachistani e di alcuni titolari di aziende agricole di Forlì e Ravenna  denunciati in stato di libertà perché è accertato usufruissero della manodopera irregolare.

Sono stati identificati almeno 45 richiedenti asilo, per lo più afghani e pachistani.

Ai malcapitati veniva promessa una retribuzione oraria di 5 euro, a fronte dei 9,6 euro previsti dalla legge. Lavoravano nei campi fino a 80 ore alla settimana e veniva corrisposto loro un misero stipendio di 50 euro mensili, tolte le spese per vitto e alloggio.

I “caporali” avrebbero guadagnato dallo sfruttamento del lavoro dei loro connazionali una cifra stimata fra gli 80 ed i 100 mila euro. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here