Il sovranista olandese contro l’italia, ‘botta e risposta’ tra Bonaccini e Morrone su Geert Wilders

0
287
morrone e bonaccini

(Sesto Potere) – Forlì/Bologna – 12 luglio 2020 – Con un post sulla sua pagina Facebook il governatore dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, cita il leader della Lega Salvini: “Se dici sempre prima gli italiani e’ evidente che quelli come te, quando avrai bisogno, ti gireranno le spalle, perché prima ovviamente verranno loro. E’ il turno del populista Wilders, “fratello” olandese di Salvini, che all’Italia non vuole riconoscere nemmeno un centesimo dei fondi che l’Europa vorrebbe giustamente destinarci, per ciò che abbiamo patito e subito in questi mesi. Dai Matteo, adesso il campanello vallo a suonare a lui.”

morrone e bonaccini

Il riferimento all’azione di Geert Wilders , sovranista olandese che in occasione della visita del premier italiano Conte nel suo Paese se ne è andato in giro per la città con un cartello su cui aveva scritto: “Non un centesimo all’Italia”. Wilders è un alleato del leader leghista Salvini ed ha partecipato come ospite d’onore a vari comizi del Carroccio.

Poi la replica sul web del deputato forlivese del Carroccio Jacopo Morrone: “Caro Bonaccini, non parlare a sproposito di cose che non conosci e non comprendi. È un consiglio da amico. Ha ragione Geert Wilders, giustamente preoccupato di dare risorse a un governo di inetti e incapaci come quello di Conte. Il peggiore che la storia repubblicana ricordi. Un governo autoritario che ha instaurato un regime in Italia, come tutti possono constatare. Un ‘governo contro gli italiani’, servo dei poteri forti UE. Un bel risultato davvero! Prova a chiederti, caro Bonaccini, perchè un paese come la Grecia rifiuta senza tentennamenti Mes e Recovery fund (e non è l’unico Paese), perchè ha già provato sulla pelle dei suoi abitanti cosa significhi la ‘supervisione rigorosa sui conti pubblici’ della UE e le sue inaccettabili condizionalità. Sì, caro Bonaccini, prima per noi vengono gli italiani di cui non vogliamo sia condizionato il futuro con scelte sbagliate del Governo Conte. E Wilders in questo ci dà una mano. Certo che da un bersaniano/renziano/zingarettiano come Te non possiamo aspettarci che valutazioni parziali e strumentali.”

E poi la controreplica via social di Bonaccini: “Caro Jacopo se affermi che non sei d’accordo con me comprendo e rispetto: si chiama democrazia. Ma consiglierei di non dirmi che: “non conosco”… per altri tre anni mi hanno rieletto all’unanimità lo scorso gennaio, a seguito della riconferma a Presidente dell’Emilia-Romagna (mi dispiace, ma è andata così) Presidente del CEMR che associa centomila comuni e regioni di 40 paesi europei. La prima volta nel dopoguerra la cui guida dell’associazione e’ affidata ad un italiano. So bene che non si è mai imparato abbastanza (vale in primis per me) e che bisogna sempre lavorare con umiltà e dedizione. Però non sottovalutarmi troppo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here