Il primo sindacato dell’Esercito si presenta a Forlì: convegno il 5 ottobre

(Sesto Potere) – Forlì – 25 settembre 2019 – L’Associazione sindacale “Libera Rappresentanza dei Militari”, il primo sindacato dell’Esercito Italiano ad essere stato riconosciuto come tale , lo scorso anno a seguito di un’apposita sentenza (la n.120/2018) della Corte Costituzionale, ha  organizzato un convengo nazionale che si svolgerà a Forlì – sabato 5 ottobre 2019,  alle ore 10:00, nella sede del Comune, in Municipio, piazza Saffi – a cui parteciperanno importanti ospiti del mondo politico, sindacale ed istituzionale (vedi locandina a sinistra, ndr).

Si tratta di un evento organizzato dalla sezione provinciale di LRM di Forlì-Cesena che tratterà alcuni argomenti centrali per gli uomini e le donne con le stellette come per esempio:  l’ordinamento dei sindacati militari, la proposta di  legge Corda (che regola le norme sull’esercizio della libertà sindacale del personale delle Forze armate e dei corpi di polizia ad ordinamento militare) , le diverse interpretazioni politiche sul tema e la situazione dei sindacati dei Corpi Armati e di Polizia.

Un convegno , aperto al pubblico, che sarà moderato dall’ on. Gianni Tonelli , segretario generale aggiunto del SAP- Sindacato Autonomo di Polizia. E’ un  incontro tematico inserito in un ciclo di eventi che toccheranno tutti i principali comuni d’Italia, i prossimi a Napoli e Torino.

tonelli

La  “Libera Rappresentanza dei Militari” nasce il 6 febbraio 2019 con decreto ministeriale. In poco più di 6 mesi sono stati programmati tre  convegni per presentarlo all’opinione pubblica ed alle forze politico-sociali. Eventi che hanno visto la partecipazione di esponenti di primissimo piano sia del mondo politico (capi gruppi al senato e membri della commissione difesa) che della società civile (giornalisti opinionisti).

A inizio settembre fa l’associazione  ha messo in agenda un fitto calendario di incontri con i responsabili regionali del sindacato.

Dopo il Friuli Venezia Giulia e la Lombardia è stata la volta dell’Emilia Romagna, con un incontro “bolognese” (vedi foto a destra, ndr) non solo utile a fare il punto della situazione su realtà importanti quali quelle del modenese e dei bacini di  cesenatico e del riminese ma anche un tavolo di lavoro che ha relazionato sulle

il vice presidente Sandro Frattalemi, il Presidente Girolamo Foti. il Segretario generale dr. Marco Votano

problematiche di maggior respiro che investono le donne e gli uomini in divisa.

Sono stati già costituiti più di 250 comitati di sezione di LRM in tutta Italia dal Trentino Alto Adige alla Sicilia e stipulate oltre 51.000 diverse convenzioni   che offrono servizi agli iscritti,   oltre che 16 studi legali di appoggio distribuiti sull’ intero  territorio nazionale.

“La forza di questo sindacato –  come sono soliti ripetere i vertici  di “Libera Rappresentanza dei Militari” – è nel gruppo è nella partecipazione sentita di tutti gli iscritti”.

I prossimi impegni del sindacato dell’Esercito Italiano  vedranno il prossimo 1° ottobre l’inaugurazione della sede di Bagnoli, ed un convegno  al circolo Ilva di Napoli il successivo 26 ottobre.

Per ulteriori informazioni www.liberarappresentanzadeimilitari.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *