(Sesto Potere) – Milano – 20 ottobre 2021 – Secondo quanto emerso dal nuovo studio di Kaspersky Social dilemma”, il 62% degli italiani sta cambiando il proprio atteggiamento nei confronti dei social media, a causa dei risvolti negativi che potrebbero avere sul loro benessere psicologico. Raggiungere un equilibrio digitale sta diventando una priorità per un numero sempre maggiore di persone.

Ma per molte persone è difficile trovare il giusto equilibrio tra gli effetti positivi della tecnologia e dei social media e quelli negativi. Il 42% degli italiani, infatti, sente di non avere il pieno controllo dei social così come di non riuscire a porsi dei limiti, mentre il 31% prova emozioni negative che possono portare ad un aumento dei livelli di stress e ansia.

Dalla ricerca di Kaspersky è emerso che alcune persone stanno già adottando misure proattive per sviluppare abitudini digitali più sane. Il 37% degli intervistati, ad esempio, afferma di limitare o aver ridotto il tempo trascorso sui social media.

Un’altra importante tendenza in crescita è l’utilizzo di app di meditazione. Secondo “Insight Timer”, app di meditazione gratuita che conta una community di 19 milioni di utenti, a marzo 2020 i download sono aumentati del 100% in tutto il mondo, e alla fine dell’anno il tempo passato sull’app a meditare era aumentato di oltre il 30% rispetto all’anno prima, arrivando a 6 miliardi di minuti di esercizio.

Per porre l’attenzione sul benessere digitale, Kaspersky ha collaborato con Neil Tranter, esperto in MBSR – Mindfulness Based Stress Reduction , che ha oltre 15 anni di esperienza nella pratica della meditazione, per lanciare un corso che include una serie di tecniche in grado di aiutare gli utenti a rivalutare il loro rapporto con la tecnologia, in modo che possano trarne beneficio e trovare un migliore equilibrio.

“Durante la pandemia globale l’uso della tecnologia è aumentato, portando la nostra quotidianità ad essere indissolubilmente legata alla tecnologia. Questo legame sta avendo delle ripercussioni sul nostro benessere. Siamo costantemente esposti a e-mail, aggiornamenti dei social media, feed di notizie generate dall’IA e notifiche dello smartphone che ci fanno sentire sempre più esausti”: ha dichiarato Neil Tranter, esperto di mindfulness.