I 18  migranti del Cara di Castelnuovo di Porto sono già nel forlivese. Ragni (Forza Italia): “Espellere i clandestini”

(Sesto Potere) – Forlì – 29 gennaio 2019 – Hanno già raggiunto il territorio forlivese  18  migranti provenienti dal Cara di Castelnuovo di Porto, centro per richiedenti asilo alle porte di Roma destinato alla chiusura.

migranti

La  conferma nella seduta di oggi del consiglio comunale con l’assessore ai servizi sociali Raoul Mosconi che ha indicato in 320 i “profughi” attualmente inseriti nella rete dell’accoglienza dei 15 comuni del comprensorio forlivese, quando un tempo se ne contavano anche 620.

Per questi stranieri , che saranno accolti secondo un  modello di cosiddetta “accoglienza diffusa” già collaudato  in tutti Comuni dell’Unione della Romagna Forlivese , a breve sarà  applicato il nuovo regime previsto dal decreto sicurezza: si passa dai 35 euro al giorno costo/accoglienza immigrato a 26,50 per gli stranieri accolti in strutture da 50 fino a 300 posti , ai 21 euro per i centri con meno di 50 richiedenti asilo.

Il  capogruppo comunale   di Forza Italia, Fabrizio Ragni,   che aveva chiesto lumi su questa situazione ha fatto

fabrizio ragni

presente che oggi in Italia si contano almeno 630 mila migranti di cui solo il 5%, e cioè 30 mila, ha diritto di restare in quanto rifugiati e cioè fuggiti da guerra e morte. Gli altri 600 mila non si possono definire rifugiati, ma semmai dovranno essere considerati clandestini da rimpatriare.

“C’è necessità di gestire al meglio  il fenomeno dei clandestini. C’è l’obbligo per il nostro paese di  tutelare la propria sovranità  e garantire la tenuta sociale delle nostre comunità  tutelando chi ha diritto a permanere nel nostro Paese e rimpatriando  chi vive di reati o espedienti. E anche nei nostri territori valga la regola che l’accoglienza di chi non ne ha diritto non sia applicata sine die, all’infinito, ma che venga ricondotta nei binari della verifica a tempo  e che si concluda con un rimpatrio veloce”  : conclude il  capogruppo comunale   di Forza Italia, Fabrizio Ragni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *