Hera, nella Bassa Romagna lettera sul nuovo porta a porta integrale

0
185
organico

(Sesto Potere) – Lugo – 13 gennaio 2021 – Proseguono le attività di Hera per migliorare la raccolta differenziata e promuovere una gestione responsabile dei rifiuti nella Bassa Romagna. Sta partendo in questi giorni la lettera sulla modifica del servizio di raccolta rifiuti per i cittadini delle zone del forese e artigianali/industriali dei Comuni di Alfonsine, Bagnacavallo, Bagnara di Romagna, Conselice, Cotignola, Fusignano, Lugo e S. Agata sul Santerno. Massa Lombarda non è interessata dall’iniziativa perché è già stata riorganizzata nel 2019.

In totale saranno coinvolte circa 5500 utenze fra domestiche e non domestiche, attualmente servite dalla raccolta stradale, per le quali in primavera partirà il nuovo servizio di raccolta porta a porta integrale, che riguarderà tutti i tipi di rifiuti; organico, carta/cartone, plastica, lattine, vetro e indifferenziato.

Consegna dei kit a domicilio in febbraio

organico

La consegna dei kit per il porta a porta sarà effettuata nel mese di febbraio dal personale incaricato da Hera, identificabile da apposito tesserino di riconoscimento. Il kit, che andrà conservato fino all’avvio dei servizi, è composto dai contenitoriper tutte le tipologie di rifiuti, che hanno dimensioni standard per tutta la Provincia di Ravenna, mentre alle attività saranno consegnati i contenitori definiti in base alla tipologia di utenza e alle verifiche effettuate. I calendari saranno consegnati successivamente, prima della partenza del nuovo servizio.

Obiettivi del nuovo sistema di raccolta

L’obiettivo della riorganizzazione è aumentare la raccolta differenziata, per recuperare quantità sempre maggiori di materiali riciclabili, come organico, plastica, vetro, carta, che restano risorse preziose per l’ambiente: l’obiettivo da raggiungere è il 79%, come previsto dal Piano Regionale dei Rifiuti. Attualmente, le percentuali di raccolta differenziata dei Comuni sono attorno al: 64% ad Alfonsine, 66% Bagnacavallo, 55% a Bagnara di Romagna, 64% a Conselice, 62% a Cotignola, 67% a Fusignano, 63% a Lugo, 71% a Massa Lombarda e 62% Sant’Agata Sul Santerno.

Differenziare correttamente i rifiuti non è semplicemente un obbligo di legge, ma rientra in quei comportamenti sostenibili che, se effettuati da tutti i cittadini, contribuiscono notevolmente alla qualità della vita delle nostre città, alla tutela della bellezza delle nostre campagne e alla valorizzazione del nostro territorio.


Contenitori dedicati per i casi particolari

Sarà possibile richiedere contenitori dedicati per famiglie numerose, o in caso di esigenze particolari certificate, come ad esempio la presenza di persone che utilizzano prodotti sanitari assorbenti.