(Sesto Potere) – Rimini, 22 luglio 2022 – Siglato, il 21 luglio, l’accordo di partenariato tra la Fondazione ITS (Istituto Tecnico Superiore Tecnologie Innovative per i Beni e le attività Culturali) e la Destinazione turistica Romagna (che comprende le province di Ferrara, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini), tramite i rispettivi presidenti Pietro Fantini e Jamil Sadegholvaad. Hanno partecipato alla firma dell’accordo , inoltre, l’assessore regionale alla Mobilità e trasporti, Infrastrutture, Turismo e commercio Andrea Corsini e Vincenzo Colla, assessore regionale allo Sviluppo economico e Green economy, Lavoro e Formazione.

Durante la giornata è stato inviato un messaggio da parte di Serse Soverini, membro della Commissione attività produttive della Camera dei Deputati e impegnato nella legge di riforma degli ITS recentemente approvata.

La sigla dell’accordo tra i due enti è volta ad affermare la collaborazione per la crescita di competenze specialistiche nell’ambito del sistema turistico, comparto di fondamentale importanza per tutto il territorio, che necessita di figure professionali sempre più preparate e competenti.

La Fondazione – Istituto Tecnico Superiore Tecnologie Innovative per i Beni e le attività Culturali, Turismo, Turismo e benessere, ha tra i propri obiettivi la diffusione della cultura tecnica e scientifica in tali ambiti e il sostegno di misure per lo sviluppo dell’economia e delle politiche attive del lavoro, attraverso percorsi di formazione e di integrazione tra i sistemi di istruzione, formazione e lavoro.

A sua volta, l’ente Destinazione turistica Romagna ha tra le proprie finalità la promozione e lo sviluppo delle attività turistiche attraverso il finanziamento di programmi, progetti, iniziative di promo-commercializzazione d’interesse locale e sovralocale e di contribuire al rafforzamento del sistema turistico di informazione e accoglienza.

Per questi motivi le due importanti realtà territoriali hanno deciso di avviare una forma stabile di collaborazione per contribuire alla crescita di competenze specialistiche nell’ambito del sistema turistico e realizzare percorsi specifici di formazione sulla base delle esigenze del mercato del lavoro, a partire dalla progettazione fino al possibile inserimento, attraverso lo stage, dei diplomati nel mondo del lavoro.

Con questo accordo Destinazione turistica Romagna e ITS opereranno su diversi fronti allo scopo di valutare possibili azioni congiunte, quali ad esempio la ricognizione dei fabbisogni del mercato del lavoro anche nelle sue esigenze di innovazione scientifica, tecnologica e organizzativa.

In sintesi, l’intento è quello di sostenere sinergicamente il passaggio dei giovani dall’istruzione al mondo del lavoro, garantendo l’acquisizione di competenze che forniscano elevate opportunità occupazionali, anche attraverso l’istituto dell’apprendistato in alta formazione.

A tal riguardo, ci sono già tre corsi di ITS attivi nel settore del turismo e che saranno oggetto della prima collaborazione tra gli enti: a Rimini il Corso di Manager di strutture ricettive, a Cesena quello Marketing 4.0 turismo e territorio e a Bologna il Corso di Tourism Marketing & Event manager.

Sarà la giusta occasione per l’avvio di project work e laboratori didattici su progettualità messe in campo al servizio del territorio regionale; a questi si aggiungono la realizzazione di eventi, meeting, mostre, convegni, seminari, dibattiti, tra cui la presenza al TTG Rimini e altre manifestazioni per la presentazione dei risultati e degli effetti delle azioni intraprese dalla sperimentazione oggetto dell’accordo.

Un tema quello della ricerca del personale da parte del settore turistico che è diventato un’emergenza a cui la politica ha voluto dare una immediata risposta.

Jamil Sadegholvaad, Presidente Visit Romagna: “Auspico che questa collaborazione sia solo l’inizio di un rapporto proficuo per la formazione specialistica in ambito turistico. Da subito sono stati individuati corsi che verranno promossi in sinergia da entrambe le nostre realtà. Questa è la prima di una serie di attività che intendiamo sviluppare insieme per la promozione e diffusione della cultura dell’accoglienza del nostro territorio. Inutile sottolineare che la crescita culturale e didattica dei nostri odierni e futuri operatori va nella direzione della riqualificazione generale dell’offerta, che è un modo anche per adeguarci alla crescita dei nostri competitori. Si rende sempre più necessario ripensarci anche in chiave di alta preparazione della didattica. Con ITS siamo certi che tale obiettivo verrà raggiunto. E siamo pronti a continuare a investire nel tempo in tale settore, non a caso l’accordo che abbiamo siglato questa mattina ha valenza triennale”.

Pietro Fantini, Presidente della Fondazione ITS Turismo e Benessere: “Con la riforma degli ITS Academy, approvata all’unanimità dal parlamento viene riconosciuto in via definitiva il ruolo strategico delle Fondazioni ITS nel sistema dell’istruzione nazionale come accesso alla formazione terziaria professionalizzante per accompagnare lo sviluppo di un settore fondamentale per l’economia regionale come il Turismo e sostenere il passaggio dei giovani dall’istruzione al lavoro. L’accordo di partenariato sottoscritto con la Destinazione Turistica Romagna ha infatti l’obiettivo di creare una collaborazione stabile per favorire la crescita e lo sviluppo di competenze specialistiche e innovative, e promuovere percorsi di carriera nel Turismo, partendo dal presupposto che l’attrattività di un sistema turistico si fonda sulla formazione delle persone, primo fattore competitivo nell’impresa, e sull’innovazione.”

Andrea Corsini, Assessore regionale al Turismo: “La Romagna ha fatto della sua vocazione all’ospitalità un biglietto da visita che vale ogni anno circa i due terzi delle presenze turistiche della nostra Regione. Un’ospitalità fatta di passione, dedizione, spontaneità, ma anche professionalità e competenza. E di professionisti nell’accogliere avremo sempre più bisogno. Ben venga quindi l’accordo tra Visit Romagna e Fondazione ITS, volto proprio ad incentivare i processi formativi in campo turistico per la creazione di figure altamente qualificate. La partita del turismo nei prossimi anni si giocherà sempre più sulla qualità dei servizi e l’innovazione dell’offerta e iniziative come quella presentata oggi faranno trovare pronta -e competitiva- la Romagna delle vacanze”.

Vincenzo Colla, Assessore regionale allo Sviluppo economico, Lavoro e Formazione: “La Regione Emilia-Romagna ha deciso di fare un investimento mai visto sui saperi e sulle conoscenze, perché sappiamo che prima delle imprese e dei servizi ci sono le persone con le loro abilità e i loro talenti. Per questo stiamo mettendo in campo oltre 100 milioni di euro all’anno da destinare alla formazione delle competenze a tutti i livelli, per accompagnare i nostri territori verso un nuovo sviluppo sostenibile”

On. Serse Soverini membro della Commissione attività produttive della Camera dei Deputati: “La nuova legge di riforma degli ITS prevede un aggiornamento dei profili professionali nel campo del turismo. Si tratta di un’occasione per formare specialisti del turismo all’altezza della sfida organizzativa e digitale che il settore deve affrontare. Serve quindi un’occasione di confronto con gli operatori, il Ministero e il Parlamento per delineare questi profili nel modo più aderente alla crescita e all’innovazione del settore.”