(Sesto Potere) – Bologna – 23 gennaio 2023 – Il 27 gennaio 1945 furono abbattuti i cancelli del campo di concentramento di Auschwitz. Per ricordare una delle più grandi tragedie dell’umanità, dal 2005 in questa data è stato istituito il “Giorno della Memoria”. I Comuni del territorio metropolitano di Bologna celebrano da sempre questa ricorrenza e anche quest’anno le iniziative cambiano veste per rispondere alle restrizioni imposte dalla pandemia.

A Bologna, in particolare, sono numerose le iniziative promosse dal tavolo istituzionale, che unisce Comune, Regione Emilia-Romagna, Città metropolitana, Comunità Ebraica di Bologna, associazione Aned (ex deportati politici nei campi nazisti), Anpi, Fondazione Museo Ebraico, Istituto Parri, Università degli Studi di Bologna e Ufficio scolastico provinciale. Tutte le iniziative in programma (19-31 gennaio).

Venerdì 27 gennaio la seduta solenne del Consiglio comunale a Palazzo d’Accursio. Dopo i saluti e l’introduzione della presidente del Consiglio comunale, Maria Caterina Manca, sarà presentato il trailer del film documentario “Sulle tracce di Mario Finzi”, di Massimo Manini. Seguirà l’intervento di Valentino Corvino, direttore dell’orchestra del Teatro Comunale di Bologna. Dopo la testimonianza di studenti partecipanti al viaggio della memoria 2022 di Aned Bologna, la proiezione del video “Diario del viaggio a Mauthausen, maggio 2022”. Le conclusioni sono lasciate al sindaco di Bologna e Città metropolitana, Matteo Lepore.

Auschwitz

Al termine della seduta, in Manica Lunga, si terrà la presentazione a cura di Francesca Panozzo della mostra dedicata a “Mario Finzi. Un ragazzo fantastico”. Allestita dal 24 gennaio, la mostra documenta la vita del pianista bolognese la cui carriera artistica fu interrotta dall’avvio della persecuzione antiebraica in Italia. Realizzata dal Museo Ebraico, è visitabile fino al 6 febbraio.

Fino al 27 gennaio l’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna ospita la mostra “Insegnare narrando storie. Laura Orvieto e il suo mondo”, realizzata in collaborazione con il Museo Ebraico di Bologna.

Domenica 29 gennaio alle 9.30, partenza della Run for Mem, una corsa attraverso i luoghi della Memoria, per conoscere la Shoah e conoscere la strada verso il futuro. Sono aperte le iscrizioni online gratuite alla dieci chilometri che tocca i luoghi della Memoria: il Memoriale, il monumento dedicato alla Battaglia di Porta Lame e le lapidi alla Certosa, allo stadio, ai giardini di Villa Cassarini, alla Scoletta ebraica di via Pietralata, alla Sinagoga in via Finzi e in piazza Nettuno.

Alle 20.30, all’Auditorium Manzoni di via de’Monari 1/2, prima esecuzione gratuita aperta al pubblico del Concerto della Memoria 2023.

Al Museo Ebraico di Bologna domenica 22 gennaio, alle ore 12 sarà aperta la mostra “La Shoah a Bologna” nelle carte dell’archivio Sinigaglia, curata da Vincenza Maugeri, Francesca Panozzo e Caterina Quareni.
Alle ore 16 si terrà la presentazione del volume di Francesca Panozzo “È presa la decisione di espatriare”. Storia di una famiglia ebraica tra persecuzione e dopoguerra. Caterina Quareni, Massimo Sinigaglia, Franca Heiman e Marco Fiorentino ne parlano con l’autrice. Le informazioni dettagliate sul programma sono disponibili su www.museoebraicobo.it