Giorno della Memoria, Forlì ha ricordato la Shoah

0
228

(Sesto Potere) – Forlì, 27 gennaio 2021 – Il 27 gennaio è l’anniversario dell’apertura dei cancelli del lager di Auschwitz avvenuta nel 1945 e in questa occasione il Parlamento Italiano ha istituito il Giorno della Memoria per non dimenticare il sacrificio di tante donne e uomini e per aprire momenti di riflessione sulla storia, rinnovando l’impegno per una cultura di pace e di fratellanza.

La città di Forlì ha ricordato le vittime dello sterminio del popolo ebraico e i sacrifici dei deportati militari e politici in 3 diversi momenti: Presso il Parco della Resistenza, si è svolta la cerimonia che quest’anno si è tenuta in forma simbolica e statica, alla presenza esclusivamente di una ristretta delegazione composta dal Prefetto Antonio Corona, da rappresentanti delle Forze armate, della Comunità ebraica e dell’Associazionismo combattentistico, nel pieno rispetto della normativa anti-covid (vedi foto).

In Consiglio Comunale si è svolta la videoconferenza dal titolo “𝑰𝒍 𝑮𝒊𝒐𝒓𝒏𝒐 𝒅𝒆𝒍𝒍𝒂 𝒎𝒆𝒎𝒐𝒓𝒊𝒂 𝒗𝒊𝒔𝒕𝒐 𝒂𝒕𝒕𝒓𝒂𝒗𝒆𝒓𝒔𝒐 𝒈𝒍𝒊 𝒐𝒄𝒄𝒉𝒊 𝒅𝒆𝒊 𝒓𝒂𝒈𝒂𝒛𝒛𝒊”. Hanno partecipato alcuni studenti del Liceo Classico “Morgagni” e dell’Istituto Tecnico Commerciale “Matteucci” di Forlì, che si sono impegnati in un lavoro di ricerca e testimonianza sulla Shoah insieme ai rispettivi insegnanti. Con il sindaco c’era, a dare loro un ”virtuale” benvenuto, l’assessore comunale Paola Casara.

Infine si è svolta in sala Giunta una videoconferenza che ha visto l’insediamento del Comitato promotore del progetto “𝑷𝒊𝒆𝒕𝒓𝒆 𝒅𝒊 𝒊𝒏𝒄𝒊𝒂𝒎𝒑𝒐” proposto dagli studenti del Liceo scientifico “Fulcieri Paulucci de Calboli” costituito da rappresentanti delle istituzioni locali, con l’obiettivo di avviarne la realizzazione in città.