(Sesto Potere) – Gambettola – 17 settembre 2022 – Seduta del consiglio comunale lunedì sera a Gambettola.

“Abbiamo apprezzato e sostenuto alcuni punti focali trattati in Consiglio e colto con orgoglio la notizia di un fondo per le famiglie a contrasto dell’emergenza energetica, come avevamo chiesto”: commenta il Consigliere d’opposizione Emiliano Paesani della Lista Civica Sicuramente Gambettola. “Abbiamo votato a favore e sostenuto – aggiunge – l’accordo di programma in variante alla pianificazione territoriale ed urbanistica per la costituzione di un parco archeologico in rete nei comuni della valle del Rubicone e della relativa bretella di collegamento. È un investimento importante e condividiamo la speranza che possa dare slancio e respiro al nostro territorio.”

“Così come” – continua Paesani – abbiamo sostenuto, come gruppo la mozione della maggioranza, su stimolo dell’ANCI, a sostegno di maggiori investimenti nella sanità pubblica. È una priorità che tutte le forze politiche devono darsi in maniera decisa e perentoria, a memoria anche dell’emergenza sanitaria appena attraversata che ha richiesto troppo a una sanità già provata e con sempre meno risorse.”

la sindaca Letizia Bisacchi

Ma il capogruppo della Lista Civica Sicuramente Gambettola non manca di mostrarsi “amareggiato” che nella stessa seduta del consiglio – l’ultima prima del voto del 25 settembre – le azioni dell’opposizione siamo state totalmente “messe in pausa” a suo parere s’è discusso “Un ordine del giorno totalmente a voce della maggioranza del sindaco Bisacchi“.

“Avevamo protocollato nei tempi utili una mozione di forte attualità ed interesse pubblico: un’iniziativa a sostegno di Julian Paul Assange, della libertà di stampa e del diritto all’informazione.” – spiega Paesani – Dal 2019 Assange è incarcerato nel Regno Unito con una richiesta di estradizione degli Stati Uniti d’America, per le accuse di cospirazione e spionaggio e per aver divulgato documenti statunitensi secretati riguardanti crimini di guerra, abusi, violenze e torture perpetrati dall’esercito americano in Iraq ed Afghanistan; rivelazioni per le quali ha ricevuto svariati encomi, onorificenze ed è stato ripetutamente proposto per il Premio Nobel per la pace.

“Il sindaco Bisacchi ha ritenuto di non inserire la nostra mozione in questo Consiglio ma di posticiparla al prossimo. Siamo rimasti stupiti in quanto non era mai accaduto in precedenza. Accade invece proprio in campagna elettorale dove si assiste ad una super presenza mediatica delle maggiori forze politiche in campo.” – aggiunge Paesani – “Devo però riconoscere con piacere di aver ricevuto, personalmente , manifestazioni di interesse e complimenti per il tema trattato dalla mozione anche da qualche collega di maggioranza, che ha particolarmente a cuore ciò che rappresenta la vicissitudine di Assange”.

“Questo ci fa sperare in una buona disponibilità di tutti ad accogliere la nostra richiesta di conferimento della cittadinanza onoraria a Julian Assange, come già fatto in molti comuni italiani, in discussione al prossimo Consiglio, dove torneremo con una partecipazione più attiva.”: conclude il capogruppo della Lista Civica Sicuramente Gambettola.