Gambettola, ok Comune a bando per progettare l’idea di città pubblica

0
113
municipio gambettola

(Sesto Potere) – Gambettola (FC), 1 ottobre 2020 – Un Consiglio comunale importante quello svoltosi mercoledì 30 settembre, con l’approvazione della variazione al bilancio 2020, la riduzione delle tariffe Tari, la programmazione dei lavori pubblici che partiranno entro l’anno e infine l’avviso pubblico che permetterà a privati e imprese di presentare proposte di interventi urbanistici, attraverso l’adozione da parte del Comune di Gambettola di un nuovo strumento urbanistico.

Il Consiglio ha approvato a maggioranza, con il voto contrario della minoranza, l’avviso pubblico che permetterà di dare avvio a degli accordi con cittadini e imprese in merito alle proposte in ambito urbanistico, con l’obiettivo primario di promuovere uno sviluppo del paese in cui a prevalere sia l’interesse pubblico e la tutela del territorio e dell’ambiente.

“Con questo consiglio diamo dimostrazione di una politica che da pronte risposte ai cittadini, alle imprese e al tessuto socio-culturale del nostro paese, – ha commentato in apertura dell’assise il sindaco Letizia Bisacchi – nell’ottica della semplificazione e dell’efficienza della macchina amministrativa, purtroppo sempre considerata come eccessivamente complicata e lontana dalle esigenze della cittadinanza. Adottiamo oggi uno strumento urbanistico snello, innovativo che aprirà ad un percorso per valutare tutte le istanze della cittadinanza e per andare a definire l’idea di città pubblica che vogliamo. Licenziamo quindi un Bando pubblico che finalmente va ad iniziare un percorso verso lo sviluppo di aree urbane da riqualificare, nel rispetto dell’interesse pubblico, la valorizzazione del verde e dei temi di tutela ecologica e ambientale, uno strumento urbanistico all’insegna dell’elasticità e della trasparenza”.

Il consiglio comunale ha approvato all’unanimità la definizione delle riduzioni delle tariffe TARI e la modifica al relativo regolamento: “Con questa delibera approviamo una riduzione della tariffa TARI del 25% per quelle imprese che sono state duramente colpite dall’emergenza sanitaria – ha illustrato l’assessore al bilancio Marcello Pirini – Le imprese ritroveranno la riduzione direttamente nella bollattazione senza dover presentare domanda”.

L’assessore Pirini ha inoltre illustrato la variazione al bilancio in cui si registra una disponibilità di avanzo di Amministrazione che in parte andrà a coprire il provvedimento di scontistica effettuato relativamente alla TARI per risorse pari a 87800 euro e ulteriori 190.000 euro che saranno investiti in lavori pubblici che saranno realizzati entro il 2020.

Gli interventi relativi ai lavori pubblici sono stati illustrati dal vicesindaco Angela Bagnolini: “Agli importanti lavori di riqualificazione di Casa Fellini e di Stazione Artisti, che si apprestano a divenire luoghi di eccellenza per la cultura del territorio, – ha spiegato Bagnolini – si conferma il rifacimento di Via Lasagna con il ripristino del manto stradale e la realizzazione della pista ciclabile per la messa in sicurezza di pedoni e ciclisti. A questi interventi si aggiunge la completa riqualificazione di Via Lunedei. Questo intervento, finanziato con avanzo di amministrazione per un totale di 160mila euro, si inserisce all’interno della riqualificazione della area adiacente alla Stazione ferroviaria, prevede il completo rifacimento del manto stradale, assai deteriorato per il passaggio di mezzi pesanti. Inoltre è prevista la realizzazione della pista ciclabile in collegamento con la rete già esistente e in prospettiva di ulteriori ampliamenti della rete ciclopedonale. Ulteriori lavori riguarderanno la riqualificazione dell’area giochi di piazza A. Moro e la manutenzione degli impianti sportivi”.

Sul fronte della cultura si è preso atto dell’entrata in bilancio di 8.000 euro che il Comune si è aggiudicato partecipando al bando Visit Romagna relativamente alle attività del Centenario Felliniano e ulteriori 10.000 euro provenienti dal Bando Mibact per l’acquisto dei beni librari. L’assise ha anche adottato il documento, a maggioranza con quattro voti contrari e un astenuto, che definisce le linee di indirizzo per la gestione e le attività di Casa Fellini, che sarà un luogo deputato ad ospitare attività culturali, artistiche prioritariamente dedicate alle arti del cinema, circensi, nonché ad ospitare esperienze di residenze artistiche, sempre rievocando le atmosfere felliniane e il legame del regista con Gambettola.