Gambettola, in consiglio comunale incarichi professionali nel mirino dell’opposizione

0
867

(Sesto Potere) – Gambettola – 29 maggio 2020 – Durante l’ultima seduta del consiglio comunale di Gambettola tenuto in videoconferenza sono state presentate 2 mozioni dai gruppi di opposizione gambettolese ed entrambe sono state accolte all’unanimità mentre la lente di ingrandimento è stata puntata questa volta su una materia comunale piuttosto scottante: gli appalti e gli incarichi professionali.

Il consigliere Emiliano Paesani (della lista “Sicuramente Gambettola“), attraverso un’interpellanza rivolta all’assessore dei Lavori Pubblici Angela Bagnolini, ha sottoposto all’Amministrazione alcuni quesiti sull’affidamento di un incarico professionale per lo studio di fattibilità della riqualificazione degli impianti sportivi comunali di via Curiel.

“Indiscutibile la bontà dell’opera” ma, come sostenuto dal consigliere Paesani, “sulla individuazione dei professionisti si nota uno scenario nebuloso”. La normativa di riferimento, nel Codice degli Appalti, prevede infatti di poter assegnare gli incarichi entro i 10.000 euro direttamente a persone di “fiducia” (“con il rischio che le scelte fatte seguano logiche partitiche e siano sempre gli stessi a beneficiarne”: sottolinea Paesan) ma deve essere integrata anche con le direttive della Corte dei Conti Emilia Romagna, che dettano precise norme di condotta a favore di buone prassi amministrative.

Prosegue il Consigliere: “Le risposte dell’assessore Bagnolini, parso questa volta in difficoltà, sono state generali e piuttosto evasive; ha dichiarato di non essere nemmeno a conoscenza che l’affidatario dei lavori in questione fosse stato assessore ai lavori pubblici di Longiano in quota PD”.

Emiliano Paesani

“Poca chiarezza anche sul numero di lavori eseguiti a Gambettola, sia dal professionista che dalla società con la quale questi collabora”- rincara il consigliere – “che ho dovuto io elencare al Consiglio per maggiore chiarezza, dimenticandone anche qualcuna recente e importante”.

Il tutto -ha notato Paesani – sotto lo sguardo di un sindaco in completo silenzio, nulla ha proferito a sostegno politico dell’operato del suo Assessore.

Paesani ritiene “grave” l’aver disatteso le indicazioni della corte dei Conti che auspica, non solo, l’applicazione del principio di rotazione degli inviti, ma anche la possibilità di procedere comunque ad una procedura comparativa per gli incarichi sotto i 10.000 euro fra due o più professionisti, per ottimizzare la spesa pubblica.

Angela Bagnolini

Dopo l’ ”early warning” lanciato ancora una volta dal consigliere Paesani, a un Consiglio Comunale è arrivata una considerazione in tema Coronavirus, lo stesso sollecita, che in tempo di crisi si sostenga l’impresa locale, affidando a persone e ditte che lavorano a Gambettola anche i lavori di progettazione e costruzione, in modo da implementare il tessuto economico cittadino.

Nella seduta consigliare sono andate in discussione anche due proposte della minoranza, entrambe accolte all’unanimità.

La prima proposta da “La Gambettola che vorrei” che chiedeva di promuovere una campagna di sensibilizzazione agli acquisti negli esercizi commerciali gambettolesi, l’altra, proposta dalla Lista civica “Sicuramente Gambettola” chiedeva che il sistema di videosorveglianza gia presente e di futura installazione venga integrato con il sistema di riconoscimento ottico delle targhe, molto efficace per il contrasto dei furti in aziende ed abitazioni.

Soddisfazione è stata espressa dal consigliere Paesani in merito al passaggio delle proposte “ho colto nell’accoglimento di entrambe le mozioni una cambio di rotta nell’atteggiamento della giunta Bisacchi nei confronti dell’opposizione, che spero continui”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here