Gambettola, al via demolizione del serbatoio pensile Torre Vecchia

0
209

(Sesto Potere) – Gambettola – 14 giugno 2021 – Il vecchio serbatoio pensile dell’acquedotto situato all’incrocio fra le vie Tagliamento e Montegrappa a Gambettola ha i giorni contati. Sono partiti oggi i lavori Hera di demolizione della torre piezometrica e delle due vasche di accumulo a terra presenti nello stesso lotto, di proprietà di Unica Reti.

La necessità di demolire tale struttura, costruita alla fine degli anni ’40 secondo i criteri tecnici allora vigenti e fuori esercizio da circa 15 anni, è dovuta alla complessità e agli elevati costi della manutenzione dell’opera e al fatto che risulta già da tempo disconnessa dalla rete cittadina di distribuzione dell’acquedotto civile.

Come avviene la demolizione per parti

La demolizione del serbatoio, alto circa 28 metri e con un diametro di 10, sarà effettuata per parti, tagliando il manufatto ‘a pezzi’ che saranno calati a terra con la gru, quindi molto meno pericolosa e impattante rispetto a quelle realizzate utilizzando le cariche di esplosivo.  Questa tecnica meno invasiva è particolarmente indicata per la particolare posizione del manufatto, situato nel centro urbano abitato e vicino a diverse abitazioni.

Per eseguire una corretta cantierizzazione dell’intervento sarà effettuata una delimitazione del serbatoio con un ponteggio di sicurezza, rivestito da teli antipolvere, completato prima del concreto inizio delle demolizioni e che viene abbassato a mano a mano che i lavori procedono.

I Tempi

I lavori prevedono prima le attività di cantierizzazione e logistica propedeutiche alla demolizione, che inizierà dalle due vasche di accumulo a terra (anche queste fuori servizio da anni), a cui seguirà la demolizione del torrino, prevista entro fine settembre, e saranno completati con la sistemazione a verde delle aree liberate, prevista entro gennaio 2022.