(Sesto Potere) – Galeata – 22 novembre 2022 – Finalmente abbiamo inaugurato i nuovi spazi della Biblioteca e del Centro Culturale Polivalente, punto di riferimento per la nostra comunità. L’Amministrazione ha lavorato molti in questi anni per migliore e rendere fruibile la biblioteca comunale, che deve essere la casa di tutti, uno spazio in cui è possibile organizzare eventi, oltre che naturalmente fornire al pubblico il servizio di prestito librario: dalla presentazione di libri, alle letture per bambini e famiglie, ai laboratori, alle mostre artistiche e fotografiche, alle proiezioni (fra l’altro la biblioteca è adiacente alla sala del Teatro Comunale), alle attività di studio da parte degli studenti”:

queste le parole della sindaca di Galeata Elisa Deo, a commento dell’inaugurazione della rinnovata Biblioteca e del Centro Culturale Polivalente cittadino.

Una biblioteca che dispone di oltre 10.000 volumi, fra romanzi di autori italiani e stranieri, saggi, libri per bambini e ragazzi, materiale in consultazione.

Il patrimonio è catalogato all’interno del Polo bibliotecario di Romagna e della Repubblica di San Marino e di questo Elisa Deo ringrazia anche le funzionarie del Polo, Eloisa Gennaro e Silvia Dessì “che da sempre hanno collaborato con i nostri uffici sottolineando l’importanza, come presidio culturale, delle piccole biblioteche dei comuni montani”.

“Gli spazi e il patrimonio conservato che abbiamo presentato sono appunto il frutto di un lavoro di equipe, che vede la stretta collaborazione di Amministrazione comunale, Regione Emilia Romagna-Servizio Patrimonio Culturale, che ha concesso un contributo per il nuovo allestimento degli ambienti all’interno della Legge 18/2000 finalizzata alla valorizzazione di Musei, Biblioteche e Archivi, Ministero dei Beni Culturali, mondo dell’associazionismo; da anni infatti il servizio di prestito e di valorizzazione del patrimonio sono affidati all’Associazione Teodorico ed ai suoi volontari che con generosità ogni settimana donano un po’ del loro tempo libero per la biblioteca e la promozione della lettura”: aggiunge la sindaca di Galeata.

La struttura dispone di ambienti polifunzionali, utilizzabili come ambienti di studio con proiettore, di una sala computer e di un apposito spazio allestito per i bambini, dove si darà seguito al progetto “Nati per leggere”.

È stata inoltre presentata una piccola esposizione fotografica sul lavoro delle donne nell’alta valle del Bidente negli anni Sessanta, con fotografie tratte dall’archivio Valbonesi e concesse in prestito dal Comune di Santa Sofia.

La Biblioteca ed il Centro Culturale, non appena saranno terminate le pratiche burocratiche, verrà intitolata a Piero Angela, recentemente scomparso.

“Il più illuminato divulgatore scientifico dei nostri tempi. Proprio Piero Angela, da grande italiano, diceva di non accontentarsi della sufficienza perché il Paese ha bisogno di menti creative e persone competenti. Siamo orgogliosi di aver fatto la nostra parte mettendo a disposizione gli strumenti e gli ambienti giusti. Auspichiamo ora che questi spazi siano sempre più fruiti e vissuti dalla cittadinanza e non solo”: conclude Elisa Deo.