Fuoco di Sant’Antonio, in Emilia-Romagna vaccinazione gratuita per gli over 18

0
190

(Sesto Potere) – Bologna – 18 agosto 2021 – È comunemente chiamato “Fuoco di Sant’Antonio”, ma il suo nome scientifico è Herpes Zoster, una malattia che può comportare in media dalle due alle quattro settimane di dolore e che, in un caso su cinque, può avere come conseguenza la nevralgia post erpetica, una sindrome dolorosa cronica che può durare mesi o anni e rivelarsi invalidante. Nei casi più gravi l’herpes zoster può condurre addirittura alla cecità o a malattie come la meningoencefalite, meningite o la sindrome di Guillain-Barré.

Per mettere al riparo la popolazione più fragile da questi rischi, la Regione Emilia-Romagna rafforza ulteriormente il proprio impegno: viene infatti introdotta, e messa nero su bianco in una delibera di Giunta approvata in questi giorni, la vaccinazione gratuita anche per la fascia di cittadini vulnerabili dai 18 ai 49 anni ovvero affetti da patologie che li esporrebbero a maggiori rischi in caso di infezione. Si tratta principalmente di malati cronici, immunodepressi, cardiopatici, diabetici, malati oncologici.

Dottore in ospedale

Una possibilità ad oggi già prevista per le persone fragili di 50 e più anni e per tutti i cittadini che compiono 65 anni a partire dall’anno di nascita 1952, questi ultimi indipendentemente dal quadro clinico.

Le categorie dei soggetti fragili aventi diritto all’offerta gratuita sono indicate nella delibera di Giunta Regionale n. 1077/2021.

Le persone interessate possono contattare, per ulteriori informazioni, il proprio medico curante, i Servizi vaccinali delle Aziende sanitarie e nel caso dei soggetti fragili il proprio centro specialistico di riferimento.

L’ Herpes Zoster è una malattia estremamente diffusa, la cui frequenza aumenta con l’età: secondo alcune stime il 20% della popolazione sviluppa almeno un episodio nel corso della vita. La causa è la riattivazione del virus della varicella-zoster che, dopo l’infezione, non viene eliminato ma rimane in uno stato latente nel sistema nervoso e può emergere in qualsiasi momento, soprattutto negli anziani e in chi ha il sistema immunitario debilitato.

Da quest’anno sono disponibili due vaccini sicuri, aventi diverse indicazioni di utilizzo per età di somministrazione e per tipologia di patologia cronica, particolarmente efficaci nei confronti delle forme gravi e delle complicanze della malattia.