(Sesto Potere) – Cesena – 8 novembre 2021 – Anche a Cesena tra pochi giorni scatterà – in anticipo – il Piano freddo con cui si garantisce un riparo sicuro a tutte le persone che non hanno una propria casa e che necessitano dunque di una temporanea soluzione abitativa, soprattutto in riferimento alle ore notturne.
Sono 33 i posti a disposizione nelle strutture che offrono questo particolare servizio di accoglienza notturna dislocato in diversi presidi cittadini. 

Il servizio garantito nel corso di tutto l’anno nei locali di Palazzo Roverella è gestito da Asp Cesena e Coop Team Service e offre, dalle ore 20 alle ore 8, una sistemazione per la notte (21 posti disponibili nel periodo invernale – di questi 4 sono per sole donne), un servizio docce e la possibilità di poter consumare il pasto serale in una zona soggiorno. In questi spazi inoltre sono presenti operatori sociali disponibili ad attivare uno sportello di colloquio e di ascolto. 

Carmelina Labruzzo

“In vista dei mesi più freddi dell’anno – commenta l’Assessora ai Servizi per la Persona Carmelina Labruzzo – allestiamo in anticipo rispetto agli anni scorsi spazi idonei ad ospitare un numero maggiore di persone garantendo un ampliamento del servizio all’ex Roverella di ulteriori nove posti letto. Questa ‘formula invernale’ è già attiva e risponde efficacemente alle numerose richieste di accoglienza da parte dell’Unità di strada Via delle Stelle e di Caritas in rifermento a persone che dormivano in strada. L’attivazione del ‘Piano freddo’ inoltre è stata preceduta da una fitta attività informativa e di accompagnamento alla vaccinazione di prevenzione al Covid-19 che ha dato buoni risultati e che ha garantito, già lo scorso settembre, una copertura vaccinale totale di tutti i nostri ospiti”. 

Oltre ad un riparo per la notte, è disponibile il servizio diurno “Roverstella” presso la corte di Via Dandini che a partire da lunedì 8 novembre sarà aperto tutti i pomeriggi dalle 15,30 alle 19,30 per garantire agli ospiti un riparo caldo e confortevole. L’affluenza al servizio è aumentata gradualmente da circa 12 utenti a 22 ospiti nel mese di ottobre. Nello stesso locale è attivo tutti i giorni dalle 11 alle 12,30 ilservizio mensa della Caritas. 

In città poi è attiva un’altra struttura di accoglienza notturna gestita da Caritas e dall’Associazione Papa Giovanni XXIII nei locali della curia vescovile. 

In questo caso i posti disponibili sono 12 e, sulla base delle necessità emerse, è stato già raggiunto il numero massimo di ospitalità.