Forza Italia Azzurro Donna presenta la ‘squadra in rosa’ dell’Emilia-Romagna

0
187
gruppo donne ph Monia Guidi

(Sesto Potere) – Bologna – 28 luglio 2020 – “Una squadra di donne per la ripresa dell’Emilia-Romagna dopo il Covid-19”: il tema della conferenza stampa svoltasi il 24 luglio all’ Hotel Metropolitan di Bologna e promossa da “Azzurro Donna”, l’organismo voluto da Silvio Berlusconi per affidare alle donne del partito non solo la valorizzazione dei temi che concernono l’universo femminile, ma anche un moderno contatto col territorio, fatto di ascolto e di proposte, di impegno e di idee.

gruppo donne ph Monia Guidi

Presenti, tra gli altri, Catia Polidori, deputata e coordinatrice Nazionale di “Forza Italia Azzurro Donna”; insieme ad: Erika Seta, coordinatrice regionale di “Forza Italia Azzurro Donna”; Anna Maria Bernini, capogruppo di Forza Italia al Senato; e Valentina Castaldini, consigliera regionale di Forza Italia in Emilia-Romagna. Hanno partecipato all’incontro anche le coordinatrici provinciali e territoriali e il senatore Adriano Paroli , commissario regionale di Forza Italia, davanti un folto numero di ospiti.

Prosegue dunque la riorganizzazione interna di Forza Italia che mira a rispondere alle nuove esigenze della società anche in questa fase delicata di emergenza sanitaria.

Annamaria Bernini

“Il nostro compito è promuovere la cultura della parità di genere, senza limitarsi a una denuncia sommaria, ma fare seguire soluzioni e progetti concreti per riequilibrare la distanza di genere che persiste nella società”: ha detto Anna Maria Bernini che ha aggiunto: “Stiamo mettendo in piedi una squadra di ‘combattenti’ impegnate in prima linea nel mondo del lavoro, dell’imprenditoria, del sociale, della scuola, della ricerca, che metteranno a disposizione le proprie competenze e la propria esperienza per trovare insieme, ‘da donne a donne’, la strategia per riappropriarsi del proprio destino. Violenza di genere, gender pay gap, occupazione femminile – tra i più bassi nell’Ocse – sono le prime battaglie da affrontare non solo in piazza, ma sui banchi del parlamento!”.

Si è parlato del futuro di Forza Italia in Emilia Romagna, delle nuove prospettive delle donne,
dei progetti del movimento “Azzurro Donna” in merito a violenza sulle donne con la proposta di un ausilio per un intervento certo, immediato, sicuro. Del fenomeno delle baby gang in pericolosa crescita, risultato di una povertà sociale che va compensata. Del rapporto donne e impresa: del mondo delle libere professioniste, delle imprenditrici e dei risvolti sociali e lavorativi… Tutti temi parte di un unico progetto che non ha la parità di genere intesa come contrapposizione e conquista di un posto, ma partendo dalla certezza che la donna ha già un ruolo sociale dominante e che le “categorie protette “ non fanno altro che alimentare le distanze.

gruppo donne ph Monia Guidi

Sono emersi anche tanti obiettivi in quella che è stata definita la “scatola dei progetti”, con Una Stanza tutta per Sé (per l’universo della donna, delle donne) parafrasando un saggio dell’autrice britannica tra le più importanti del XX secolo Virginia Woolf, attivista all’interno dei movimenti femministi che con il suo operato contribuì a cambiare il ruolo delle donne nella società.

Tra i vari progetti di “Azzurro Donna” la promozione dello Smart working: “Per chi decidesse e avesse l’ opportunità di adottarlo, inserito istituzionalmente nell’ottica di un lavoro che consenta alla donna, e quindi alla famiglia, di gestire i suoi tempi e spazi con maggiore agilità e meno affanno”.

Daniela Giari

“Già attivo da anni nei paesi all’ estero con esperienze molto positive, in Italia si è cominciato a conoscerlo soprattutto durante il periodo del lockdown sia da parte dei lavoratori che del datore del lavoro. Risparmio per le aziende, maggior responsabilità nel lavoro con miglior qualità e minor impatto ambientale per i trasferimenti al lavoro . Questione di non facile dibattito che vede posizioni antitetiche anche all’interno degli alleati di centrodestra”: spiegano le coordinatrici regionale e provinciale Forlì-Cesena di “Azzurro Donna” Erika Seta e Daniela Giari.

Tra i temi toccati nella conferenza stampa di “Azzurro Donna” quello sulla sicurezza femminile con un progetto che consenta alla donna di chiedere aiuto velocemente e nell’immediato, in modo silenzioso, senza dimenticare bambini, adolescenti e anziani, che per la loro fascia di età sono stati molto penalizzati dal lockdown, sfiorando infine lo spinoso fenomeno della crescita esponenziale delle baby gang, preoccupante conseguenza di un malessere e disagio sociale.

Per la Provincia di Forlì-Cesena, la coordinatrice di “Forza Italia Azzurro Donna” Daniela Giari ha evidenziato come: “proprio la policromia, le diverse esperienze e conoscenze di ciascuna donna contribuiranno al valore del gruppo e del movimento per la promozione e lo sviluppo dei progetti”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here