(Sesto Potere) – Forlimpopoli- 24 febbraio- Il Comune di Forlimpopoli ha affidato la gestione integrata dei servizi culturali, a partire dal Museo archeologico, e di quelli di informazione e promozione turistica, ad Atlantide Società cooperativa, realtà ravennate che dal 1990 si occupa di servizi nei campi dell’ambiente, della cultura, del turismo e della didattica museale.

La nuova gestione, che interesserà tre anni con possibilità di rinnovo, unisce l’attività dei servizi al pubblico del Museo e l’attività di promozione turistica del territorio, in un percorso promozionale e informativo innovativo.

Naturalmente per quanto riguarda il Maf, in primo luogo si dovrà provvedere all’apertura del Museo con tutte le attività connesse (biglietteria, bookshop, accoglienza al pubblico, ecc.), prevedendo anche attività collegate (ad es. visite guidate, laboratori, conferenze) prevalentemente rivolte alle scuole.

Nella parte relativa alla promozione turistica del territorio forlimpopolese è compresa la gestione dell’Ufficio turistico del Comune, l’aggiornamento del sito comunale di promozione turistica, la collaborazione con gli uffici comunali per l’ideazione, l’organizzazione e gestione dei grandi eventi come la Festa Artusiana e la Segavecchia, ma anche di altre iniziative pubbliche.

“Siamo molto soddisfatti di questo risultato, in particolare vogliamo sottolineare l’importanza di questo nuovo approccio integrato tra le nostre eccellenze culturali e le attrattive turistiche – dichiarano la Sindaca Milena Garavini e l’assessore alla Cultura e alla Promozione Turistica Paolo Rambelli – Crediamo che Atlantide, per la grande esperienza che ha acquisito in questo tipo di attività, sia un partner prezioso per il nostro Museo Archeologico, che intendiamo valorizzare sempre più, inserendolo all’interno di un circuito virtuoso e per la complessiva proposta turistico-culturale di Forlimpopoli.”

“Operiamo da decenni nell’ambito dell’educazione ambientale e nella gestione di parchi, musei e territorio e sempre più spesso ci viene richiesto questo approccio integrato che unisce turismo e cultura – ha sottolineato Francesca Fabbrica vice presidente di Atlantide – a Forlimpopoli cercheremo, in dialogo con l’amministrazione e con le realtà del territorio, di disporre un servizio che favorisca l’interazione. Siamo già al lavoro per costruire un programma di visite e laboratori per le scuole che abbia al centro il Museo. Sono visite animate, approcci esperienziali per avvicinare all’archeologia e alla storia gli studenti e proporremo anche educational specifici per gli insegnanti”.