(Sesto Potere) – Forlì – 12marzo 2021 – Oltre alla grande mostra “Dante. La visione dell’arte” Forlì si appresta ad ospitare numerosi altri eventi volti a celebrare i 700 anni dalla morte del padre della lingua italiana a cura sia della Fondazione che dall’Amministrazione comunale in collaborazione con le diverse realtà associative del territorio.

Per passarli in rassegna è stato programmato oggi una conferenza stampa, svoltasi in modalità streaming a cui hanno partecipato: Roberto Pinza, presidente della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì; Gian Luca Zattini, sindaco di Forlì; Gianfranco Brunelli, direttore della mostra “Dante. La visione dell’arte”; Valerio Melandri, assessore alla cultura del Comune di Forlì; Alberto Casadei, curatore degli incontri “Nel nome di Dante”; Franco Palmieri, direttore artistico della manifestazione “Forlidante – Tota la Cumegia” VII edizione; Stefano Benetti, dirigente del Servizio Cultura del Comune di Forlì e Massimiliano Morico, presidente dell’Associazione Italiana dei Professionisti per la tutela del Diritto d’Autore.

A fianco delle iniziative già ben note, come la Mostra del Museo San Domenico “Dante: la visione dell’arte“, a Forlì se ne terranno alcune altre di respiro internazionale per celebrare il settimo centenario della morte di Dante Alighieri (1321-2021), organizzate dall’Associazione degli Italianisti (Adi) e dall’Associazione Direzione21, con il sostegno economico della Fondazione Cassa dei Risparmi e la collaburazione del Comune di Forlì.

Si partirà il 25 marzo, Dantedì, con due eventi pensati da Direzione21 per le scuole medie inferiori , che si svolgeranno in diretta streaming a causa delle restrizioni dovute all’emergenza sanitaria.
Il primo si terrà al mattino di giovedì 25 marzo, alle ore 9.00, con una diretta streaming in cui saranno collegati tutti gli istituti comprensivi di Forlì.
Durante la diretta sarà possibile visionare il videoracconto che riprende il lavoro svolto dai docenti di Direzione21 in 8 classi delle scuole primarie di Forlì, partendo dalle suggestioni di brani scelti di alcuni canti della Divina Commedia. Il video è arricchito dalle interviste a personaggi del mondo dell’istruzione, della cultura e della politica forlivese che illustrano il significato del Dantedì. Terminata la visione del videoracconto si terrà un dibattito online a cui parteciperanno gli alunni e le maestre coinvolte.

Il secondo evento della giornata sarà una Flash Comedy, curata da Franco Palmieri, Direttore artistico di “ForlìDante. Tòta la Cumégia”, che si svolgerà alle ore 17.45, in piazza A. Saffi a Forlì: 33 cantori, identificati da una pettorina personalizzata, declameranno la prima e l’ultima terzina di ogni canto di ogni Cantica della Divina Commedia.

barbero

Durante il mese di maggio l’Associazione degli italianisti ha organizzato oltre trenta incontri internazionali con scrittori e artisti con il titolo complessivo “Nel nome di Dante”. La serie di incontri, patrocinati dal Comitato Nazionale per le celebrazioni dantesche del 2021, non saranno conferenze tradizionali: infatti, partendo da uno spunto dantesco, i relatori affronteranno temi di rilevanza perenne ma anche di attualità, come l’incontro fra lingue e culture diverse, gli esili a seguito di lotte politiche e di guerre, le modalità per narrare il reale o il fantastico. Il programma completo è disponibile sul sito www.dantenoi.it.

Una tappa fondamentale di questa serie si terrà a Forlì il 21 e il 22 maggio, grazie al sostegno della Fondazione Cassa dei Risparmi, alla collaborazione con il Comune e con il Dipartimento di Interpretazione e Traduzione dell’Università di Bologna. L’organizzazione tecnica è affidata a Direzione21. Con il coordinamento generale di Alberto Casadei, docente all’Università di Pisa, saranno presenti o videocollegati il linguista Giuseppe Antonelli, interprete del Dante ‘pop’, lo storico Alessandro Barbero, autore di una fortunatissima biografia dantesca, il romanziere rumeno Mircea Cărtărescu, candidato al premio Nobel, lo scrittore pluripremiato francese Yannick Haenel, e i vincitori del premio Strega Helena Janeczek e Nicola Lagioia.
Nella giornata del 21 maggio sarà organizzata una tavola rotonda su Dante e le sue traduzioni a cura di Chris Rundle (Dip. di Interpretazione e Traduzione).

In queste giornate si avrà modo di approfondire il rapporto di Dante non solo con la Forlì storica, dove risiedette a più riprese durante l’esilio, ma anche con quella attuale, in tutte le sue forme e caratteristiche. Questo aspetto è già stato messo in rilievo attraverso un video-racconto, “Dante a Forlì, Forlì a Dante”, realizzato con la supervisione artistica di Franco Palmieri, che è stato lanciato in rete alla fine di gennaio e ha riscosso un ampio successo, con decine di migliaia di visualizzazioni, tanto che ne è stata realizzata una versione in inglese per la sua fruizione nel circuito internazionale. Già ora è proiettato nei circuiti video di molte realtà forlivesi: per esempio gli
ospedali privati di Forlì (Villa Serena, Villa Igea e Villa delle Orchidee) lo trasmetteranno nelle prossime tre settimane in tutti gli schermi presso le loro sedi, mentre l’Asl Romagna lo trasmetterà sui suoi monitor presso gli ospedali Morgagni e Pierantoni di Forlì e Bufalini di Cesena.
Nel video la protagonista, l’attrice Beatrice Buffadini, è una giovane donna che percorre varie strade e piazze di Forlì in bicicletta nella nostra piena contemporaneità e incontra tracce dantesche nei luoghi dove sorgevano le case degli Ordelaffi o presso le chiese o nella biblioteca comunale.

janeczek

Infine, il 23 maggio si terrà la grande “Maratona” di letture dalla Divina Commedia, ideata e organizzata dall’Associazione Direzione21 nell’ambito della manifestazione “ForlìDante. Tòta la Cumégia” 2021. Giunta alla settima edizione, la Maratona dantesca è un avvenimento molto atteso da appassionati cantori di ogni età e professione, in cui verrà letta e declamata l’intera Divina Commedia, dalle ore 8.30 alle 23.30 circa: 15 ore ininterrotte, Scuole Primarie, Secondarie, Università e tanti cantori coinvolti, con Canti individuali, corali e artistici.
Luogo ipotizzato per questo evento è il Chiostro dei Musei San Domenico, che ha già fatto da magica cornice all’edizione 2020 e che quest’anno potrà creare un’ulteriore suggestione perché incastonato tar gli ambienti in cui si terrà la grande mostra “Dante. La visione dell’arte”, al via dal 1° aprile 2021 e in scena fino al prossimo 11 luglio. 

Gli incontri “Nel nome di Dante” a Forlì si svolgeranno il 21 e il 22 maggio 2021 e riguarderanno scrittori e studiosi che proporranno riflessioni riguardanti anche la contemporaneità, sempre a partire da spunti danteschi. Collegato agli incontri, è già stato realizzato il videoracconto “Dante a Forlì, Forlì a Dante”, elaborato da Direzione21
con la supervisione artistica di Franco Palmieri, fruibile al link: https://www.youtube.com/watch?v=MSdxbo7v1UE.

Per informazioni sui progetti di Direzione21:
segreteria: email ass.direzione21@gmail.com ; cell. 348 9326539
Per informazioni sulle attività dantesche dell’Adi: www.dantenoi.it