(Sesto Potere) – Forlì, 23 ottobre – Nella giornata di ieri i militanti forlivesi di CasaPound Italia hanno presenziato nella centralissima Piazza Saffi di Forlì con un banchetto informativo per sensibilizzare autorità e cittadinanza sugli ultimi episodi di criminalità e degrado avvenuti nel cuore di Forlì.

“Il caso più eclatante – elencano gli stessi esponenti di CPI – è stato, senza ombra di dubbio, la rissa di inizio mese avvenuta tra stranieri in Via Maceri e Via Fratti. Nello specifico dalle parole grosse si è passati ben presto alle mani, per un bilancio di due arresti e qualche ferito. Il misfatto, riportato da diversi media locali, è solamente la cosiddetta punta dell’iceberg di un inquietante fenomeno che purtroppo sembra sempre più radicarsi tra le strade del capoluogo romagnolo”.

“La sopracitata zuffa tra allogeni non è infatti un caso isolato. Sono già diversi i cittadini, abitanti e/o abituali frequentatori del centro storico, che negli ultimi giorni ci hanno segnalato il perpetrarsi di tali situazioni degradanti. E, in particolare al calar della sera, il problema sembra acutizzarsi. Al contrario, le strade del centro storico devono tornare a misura di famiglie, giovani e anziani”: aggiungono i militanti forlivesi di CasaPound che ricordano come la loro “seppur simbolica” presenza in piazza Saffi sia servita “a dare voce ai tanti romagnoli impauriti e preoccupati”.