(Sesto Potere) – Forlì – 7 novembre 2022 – Per fare il punto sulle attività portate avanti dall’Assessorato al Welfare dall’inizio del mandato amministrativo, il Sindaco Gian Luca Zattini e l’On. Rosaria Tassinari, recentemente eletta alla Camera dei Deputati, hanno convocato questa mattina una conferenza stampa. (i due nelle foto, ndr)

Nell’occasione Rosaria Tassinari ha comunicato ufficialmente l’intenzione di optare per il parlamento e chiudere dunque l’esperienza in giunta a Forlì.

I commenti

“Dopo di tre anni di impegno amministrativo ritengo oggi di dovermi dimettere per dedicarmi completamente all’attività in Camera dei deputati. Non sarebbe stato serio mantenere tutti e due i ruoli. Non c’è incompatibilità tra il ruolo di assessore e quello di deputato, ma il mandato da parlamentare mi porterà spesso fuori città e non mi permetterebbe di seguire l’assessorato in modo adeguato. Domani per esempio e fino a venerdì la mia agenda di deputato prevede la mia presenza a Roma. Lascio in Comune un’eredità ispirata da tre priorità: perseguire il bene comune, valutare le persone per la loro umanità, la massima attenzione ai più deboli ed ai più fragili. Lascio tante le esperienze e progetti nel territorio comunale e regionale che saranno di grande spunto per la futura programmazione”: ha dichiarato fra l’altro la stessa Rosaria Tassinari, che – ringraziando il sindaco e gli uffici tecnici del Welfare per il supporto che non è mai venuto meno – conferma l’intenzione di attivare in città un ufficio parlamentare per tenere i contatti con la comunità e il territorio e aggiornare i cittadini sull’attività parlamentare che svolgerà, anche attraverso un approccio di massimo ascolto.

Ricambia i ringraziamenti il sindaco Gian Luca Zattini: “Oggi salutiamo un gigante della nostra amministrazione. Rosaria in tre anni e mezzo di assessorato ha svolto un ruolo difficilissimo e complesso in anni costellati da emergenze come il Covid e gli effetti della guerra in Ucraina. Ha dimostrato con straordinaria abnegazione di aver prestato sempre la massima attenzione ai bisogni degli ultimi, dei poveri, degli stranieri, mettendo al centro della sua azione sempre la persona prima ancora dei progetti. Dimostrando grande capacità di coinvolgimento dei tanti protagonisti cittadini del Terzo settore, uno dei più importanti della regione”.

Elencati nell’incontro odierno con i giornalisti i progetti e gli impegni di spesa dell’amministrazione comunale nel settore del Welfare.  

Il Comune di Forlì, in qualità di capofila dell’Ambito Territoriale Sociale, ha partecipato con l’Assessorato al Welfare alla manifestazione di interesse finalizzata alla definizione ed individuazione di progetti ed interventi da realizzare per la soddisfazione di bisogni ed esigenze ed assistenza della comunità, ottenendo finanziamenti dal Pnrr per 6,2 milioni di euro.

Tra gli altri interventi da segnalare: nel 2021 sono stati erogati 1.750.498,09 euro di contributi per gli affitti a 1391 nuclei familiari (e di queste risorse 662.000,00 euro sono del Comune); il progetto “Fiducia in Comune” per il prestito sociale per famiglie in difficoltà residenti nel comune di Forlì (con una cifra erogata al 30 giugno 2021 di 419 mila euro, ed un importo medio a famiglia pari a 3.491 euro) ed il progetto “Nuovi Nati” con la consegna del kit a 399 famiglie da agosto 2021 ad agosto 2022.

Impegno dell’amministrazione anche sul fronte del supporto agli anziani e l’inclusione sociale delle persone con disabilità.

Nel dettaglio, contributi a favore di famiglie con anziani inseriti in strutture residenziali private e l’abbattimento delle rette nelle strutture residenziali non convenzionate per anziani con un budget complessivo a disposizione nel 2020 di
173.325,00 euro, di cui 73.325,00 a carico della Fondazione e 100.000,00 a carico del Comune.

Contributi (114.000,00 euro nel triennio) ad associazioni ed enti del terzo settore per progetti a favore di anziani

E il progetto innovativo denominato “In Comune” nato proprio dalla volontà dell’Assessorato al welfare con l’obiettivo di agevolare il benessere e l’inclusione sociale delle persone con disabilità e incentivare la loro partecipazione alla vita di
comunità ed un impegno di spesa di 281.422,30 euro.

Spicca, a seguito degli eventi bellici che hanno interessato l’Ucraina, la costituzione da parte dell’Amministrazione comunale di Forlì di un Tavolo di Coordinamento volto ad approntare le prime misure di accoglienza, integrazione e vigilanza sanitaria per i profughi ucraini.
E sono stati anche finanziati (da parte della Regione Emilia Romagna) due progetti presentati dal Comune di Forlì a sostegno delle popolazioni ucraine.
Il 1° prevede l’aiuto alle persone in fuga dall’Ucraina e a sostegno delle popolazioni vittime della guerra. Il finanziamento per questo primo progetto è di 11.160,00 euro.
Mentre il 2° progetto, attualmente in fase di realizzazione, ha come obiettivo quello di conseguire una copertura sanitaria che permetta l’accesso ai servizi essenziali di assistenza sanitaria di qualità e l’accesso a farmaci essenziali sicuri ed efficaci.

Evidenziata l’importanza anche del progetto di cooperazione “ForLìbano”, nato da un impulso del 66° Reggimento fanteria aeromobile “Trieste”, che ha visto un impegno economico al momento quantificabile in circa 85.000,00 euro con altre iniziative attualmente in corso e in fase di finanziamento.

Il rimpasto di giunta

Il sindaco Zattini ha spiegato questa mattina che in settimana si daranno le risposte a coloro che si interrogano sul nuovo assetto che si verrà a creare dopo la scelta della Tassinari.

Dell’ipotetico rimpasto s’è già parlato e ne hanno parlato anche le forze politiche di centrodestra che sostengono il sindaco Zattini. Una quadra che vede  l’avvallo dei massimi esponenti del partito di Rosaria Tassinari attraverso un pronunciamento del coordinatore regionale di Forza Italia Enrico Aimi e del commissario provinciale del partito berlusconiano Giuseppe Bettini.

C’è il disaccordo del consigliere comunale eletto in Forza Italia Lauro Biondi che ha ribadito il suo pensiero con una conferenza stampa (sabato) e un comunicato (oggi).
Ma chiude la questione il sindaco Zattini: “Anche il ministro Anna Maria Bernini, con cui ci sentiamo frequentemente, mi ha confermato la totale fiducia nell’amministrazione e adesione al progetto forlivese. Mi preme mantenere il rapporto con un partito importante (si parla di Forza Italia, ndr) per questa coalizione. Il cittadino Biondi ha tutto il diritto a manifestare un suo eventuale disaccordo, ma Forza Italia mi ha rappresentato piena soddisfazione per le scelte fatte in passato, quelle odierne e per quelle che faremo nell’immediato futuro”.