Forlì, progetto videosorveglianza con lettura targhe: da Comune credenziali di accesso a forze dell’ordine

0
266


(Sesto Potere) – Forlì – 28 luglio 2020 – 700mila euro da parte del Comune di Forlì, 500mila dalla Regione e 200mila dal ministero dell’Interno per potenziare il sistema di videosorveglianza con il moderno sistema di rilevamento delle targhe su tutto il territorio forlivese e con particolare attenzione ai principali assi viari della città e lungo gli svincoli della Tangenziale.

Ne ha parlato questa mattina in conferenza stampa il vicesindaco con delega alla sicurezza Daniele Mezzacapo , al suo fianco il sindaco di Forlì Gian Luca Zattini , l’ ing.​ Claudio Maltoni di FMI – Forlì Mobilità Integrata, ed i rappresentanti delle forze dell’ordine:   il maggiore Raffaele Conforti del comando compagnia dei Carabinieri di Forlì, il  dirigente dell’ Ufficio prevenzione soccorso della Questura di Forlì Andrea Valzania, e il vicecomandante della Polizia Locale, Andrea Gualtieri.

consegna a Gualtieri delle password 

E’ il sistema di video sorveglianza che rientra nel progetto “Forlì città protetta 2020” che utilizzerà “occhi elettronici” di ultima generazione, fra i più moderni del nostro Paese.

“Implementiamo e integriamo il nostro sistema di videosorveglianza e dispone di un software all’avanguardia che poche altre città in Italia possono vantare”: spiega Mezzacapo presentando il progetto di potenziamento e implementazione del sistema di videosorveglianza attuato dal Comune di Forlì insieme a FMI – Forlì Mobilità Integrata.

“E’ un importante tassello per la sicurezza urbana ed il controllo del territorio senza passaggi intermedi. La città sarà monitorata in maniera capillare e in ogni punto di accesso ed entrata”: afferma il sindaco Zattini che ha colto l’occasione per “ringraziare le forze dell’ordine per il loro costante operato per garantire l’ordine pubblico e la sicurezza”.

Gli amministratori hanno convenuto su un punto: “Si tratta di un progetto importante in tema di sicurezza con un sistema che ci permetterà di controllare i flussi veicolari in città attraverso la lettura delle targhe dei mezzi in transito (auto, moto, camion e altri veicoli) in entrambe le direzioni. I dati che saranno raccolti in tempo reale con possibilità di geo-referenziazione saranno gestiti direttamente dalle forze dell’ordine che potranno verificare la regolarità dell’assicurazione, se la revisione sia stata effettuata e se il veicolo sia intestato regolarmente o rubato”.

Un sistema per togliere definitivamente dalla circolazione i veicoli potenzialmente pericolosi per la sicurezza stradale, ma anche per semplificare le indagini delle forze dell’ordine in caso di infrazione al codice o di eventi criminosi.

Ed in conferenza stampa s’è svolta da parte dell’ amministrazione comunale la consegna all’Arma dei Carabinieri ed alla Polizia di Stato delle ‘credenziali di accesso’ al sistema di rilevazione delle targhe automobilistiche.

Oggi saranno attivate 15 telecamere di videosorveglianza di ultima generazione, altre 34 (lungo la via Emilia, la Lughese, via Firenze e l’area Tangenziale) saranno accese tra il 10 e il 15 agosto e ulteriori 15 entro la fine dell’anno, collocate sul raggio delle strade Anas.

La rete di videosorveglianza di ultima generazione con lettura targhe a pieno regime ne prevede 74. Andrà ad integrarsi con il sistema di telecamere già presenti da alcuni anni sul territorio comunale.  

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here