Forlì, Portolani: “La Commissione Pari Opportunità svolga pienamente il proprio ruolo”

0
123
marinella portolani

(Sesto Potere) – Forlì – 20 agosto 2021 – “Il tempo è galantuomo, anche se avrei preferito che non fosse la storia a darmi ragione. Abbiamo tutti sotto gli occhi le immagini di queste ore della presa di potere dei Talebani in Afghanistan, con il fallimento di una politica che voleva esportare la democrazia nel paese. I Talebani dichiarano di voler applicare in modo rigido la sharia, diritto islamico. L’intero Occidente si strappa le vesti dicendo che: “questo comporterà perdita di diritti per donne e bambini”. Torneranno i matrimoni forzati e la completa sottomissione delle donne. Ecco quello a cui facevo riferimento quando parlavo di “bonifica da certe forme di violenza presenti nella cultura islamica”. Quello che è successo fino a vent’anni fa ora si ripeterà tragicamente”:

il consigliere Marchi

questo scrive in una nota la consigliera comunale Marinella Portolani, già presidente, poi dimessasi, della Commissione Pari Opportunità del Comune di Forlì.

“Forse sarà il caso che il consigliere Massimo Marchi estenda l’invito ai capi dei Talebani quando organizzerà la sua visita al Museo interreligioso di Bertinoro tesa a risolvere ogni limitazione dei diritti delle donne. Purtroppo, però, la situazione è drammaticamente diversa, e richiede soluzioni meno ingenue e più adatte alla realtà. Mi auguro che ogni autorità, nell’ambito delle proprie competenze, sappia difendere realmente i diritti delle donne. Invito pertanto la Commissione Pari Opportunità a svolgere pienamente il proprio ruolo abbandonando polemiche strumentali e a vigilare affinché non si inseriscano nella nostra società democratica, con la quale nulla hanno in comune, le frange di quella cultura che tutti stigmatizziamo in Afghanistan, la stessa che ha prodotto nel nostro territorio il terribile caso di cronaca che è stato l’occasione della polemica sviluppata sulla mia persona”: conclude Marinella Portolani.