(Sesto Potere) – Forlì – 22 ottobre 2021 – La Squadra Mobile della Questura di Forlì ha individuato i componenti di una baby gang responsabile nei mesi scorsi di una lunga serie di episodi di bullismo, violenze, minacce e rapine nei confronti di altri coetanei.
Il bilancio dell’operazione della Polizia è di 9 ragazzi minorenni, di età compresa tra i 13 e i 17 anni, residenti a Forlì, che sono stati denunciati a piede libero, e uno di loro, un giovane domiciliato nel parmense, è stato arrestato e rinchiuso nel carcere minorile di Bologna.

questura di Forlì

Gli episodi criminosi contestati ai ragazzi – uno degli indagati era già noto alle forze dell’ordine – vanno dalle rapine al furto, dall’estorsione alle lesioni (anche con l’utilizzo di oggetti atti ad offendere), dal furto aggravato alle minacce.
I reati sono stati commessi nei principali parchi cittadini Franco Agosto e K2 di via Ribolle e nella zono della Piscina comunale.
Si indaga anche su reati commessi a danno di altri beni (auto e bici) parcheggiati nelle pubbliche vie.

Il vicesindaco di Forlì, Daniele Mezzacapo, commenta così l’operazione condotta dalla Polizia: “A nome del Comune di Forlì mi preme rivolgere un pubblico encomio, accompagnato da una grandissima soddisfazione personale,  alla Polizia di Stato per la preziosa attività investigativa e d’azione, che ha portato alla denuncia dei componenti di una baby gang che da tempo imperversava in alcuni quartieri popolari della città. Avevamo più volte sollevato questo problema, alla luce delle segnalazioni ricevute dai cittadini e a fronte dei danneggiamenti a beni comuni, soprattutto in alcuni parchi. Ora grazie alla brillante operazione della Polizia di Stato, a questi comportamenti violenti e prevaricatori è stato opposto un doveroso punto di fermezza”.

Mezzacapo ha ringraziato anche i cittadini che con le loro testimonianze e denunce hanno contribuito all’attività investigativa e di riconoscimento dei responsabili.

“Ora attendiamo fiduciosi che la giustizia faccia il suo corso nei procedimenti in Tribunale che valuteranno le responsabili dei nove minorenni denunciati”: ha concluso il vicesindaco di Forlì.