(Sesto Potere) – Forlì – 16 aprile 2022 – Tre incontri per il ciclo di conferenze “Scienza e triathlon: più veloci in bici, il fattore-resistenza, tra muscoli e cervello, e la biomeccanica del nuoto nella triplice disciplina”, per evidenziare come in questo sport non si può prescindere da una attenta e continua ricerca scientifica, se si desidera migliorare le prestazioni a livello atletico e mentale.

Il triathlon è uno sport che si articola su tre diverse discipline: nuoto, ciclismo e corsa, che si susseguono nel medesimo ordine senza alcuna soluzione di continuità. Disciplina olimpica dal 2000.

Promosso dalla Polisportiva Edera di Forlì, in collaborazione con Università di Bologna, CUSB e Federazione Italiana Triathlon, l’evento si svolgerà in tre appuntamenti, presso la Sala Principale del Comune di Forlì: venerdì 22 aprile, alle 20.45, con il prof. Alessandro Talamelli, docente di Aerodinamica all’Alma Mater e ideatore del progetto CICLoPE a Predappio per il quale nel 2016 ha ottenuto la cittadinanza onoraria. Atleta dell’Edera Triathlon Forlì, Ironman a Kalmar in Svezia e in due edizioni a Cervia, Talamelli parlerà di aerodinamica e del suo ruolo nella frazione in bici. 

corsa in strada

Venerdì 29 Aprile, alle 20.45, il prof. Giorgio Gatta, docente di Scienza e Tecnica degli Sport Natatori in Unibo, già componente dello staff della Nazionale di Pallanuoto (oro alle Olimpiadi di Barcellona bronzo ad Atlanta, oro ai Mondiali di Roma ed agli Europei di Vienna) e attualmente membro dello staff scientifico della Nazionale di Nuoto, della Nazionale di Canottaggio e della Nazionale di Canoa-Kayak, illustrerà i principi scientifici e le tecniche che influenzano la frazione a nuoto. 

Concluderà il ciclo di conferenze, venerdì 13 maggio, alle 20.45, il prof. Samuele Marcora, docente di Scienze dello Sport dell’Università di Bologna, collaboratore di ASICS e membro della Commissione Scientifica della FCI, la cui ricerca interdisciplinare sulla fatica e sui limiti della prestazione di resistenza e’ famosa a livello internazionale. Il prof. Marcora illustrerà le ultime ricerche sui limiti della prestazione di resistenza confrontando diversi modelli fisiologici e discutendo le applicazioni pratiche di queste ricerche rispetto all’allenamento e alla competizione.