Forlì, Pd: «Degrado e sporco in centro, le ordinanze sono un fallimento»

0
460
i consiglieri comunali del Pd

(Sesto Potere) – Forlì – 9 luglio 2021 – «Nonostante le rassicurazioni fatte dal vicesindaco nel corso dell’ultimo consiglio comunale, anche oggi, all’indomani delle serate di “rilancio” del centro storico, previste nei mercoledì estivi, la situazione di cui cittadini ed esercenti sono vittime è sempre la medesima: degrado, sporco e atti vandalici»: commenta in una nota il Gruppo consiliare del Partito Democratico (nella foto in alto).

«Il quadro è decisamente allarmante – affermano i consiglieri PD – se si pensa che i partiti che sostengono questa amministrazione hanno fatto proprio della lotta al degrado il loro cavallo di battaglia in campagna elettorale».

«Ebbene, ad oltre due anni dal voto la situazione non è migliorata ed anzi è decisamente peggiorata, come comprovano le preoccupazioni continue di chi in centro storico vive e lavora, con i cittadini addirittura costretti al “fai da te” per pulire i vicoli del centro da urine e deiezioni varie e gli esercenti a fare ogni giovedì la conta dei danni da atti vandalici subiti. Il tutto nonostante il tanto proclamato “regolamento di polizia urbana” e le varie ordinanze anti-alcol del Sindaco, atti che, allo stato attuale, si sono rivelati inutili sia in termini di prevenzione che di repressione dei fenomeni di degrado»: aggiungono i Dem.

«Ad oggi, aldilà di una roboante e battente campagna di propaganda e annunci non sono seguiti atti che siano dimostrati adeguati ed efficaci, soprattutto al fine di affrontare i sempre più recenti e gravi episodi di alcolismo nei giovani e “giovanissimi”, in cui è evidente l’assenza di controllo e con grave pericolo per la salute dei ragazzi stessi. Non si può, al riguardo, lasciare i residenti, le famiglie e gli esercenti che lavorano il mercoledì sera da soli in questa situazione di generale preoccupazione che richiede, invece, il loro diretto coinvolgimento ed azioni di prevenzione e controllo, oltre che maggiori investimenti»: spiega il Gruppo consiliare del Partito Democratico.

«A fare da contraltare a questa pericolosa situazione, è l’assenza totale di idee e dialogo per una rinascita strutturale del centro: basti pensare che in oltre due anni l’unica vera proposta di investimento sul centro storico – che solo recentemente abbiamo appreso dai giornali – è quella di rimuovere la pensilina degli autobus da Piazza Saffi, azione solitaria della Giunta in cui, anche sforzandosi, è difficile individuare una reale soluzione per i problemi strutturali che affliggono il centro, mentre è ancora ignoto il famoso “piano di rilancio” tanto sbandierato in campagna elettorale. Al riguardo, alle nostre richieste di condividere con chi vive, abita e lavora in Centro la costruzione di una proposta a 360° chiara ed efficace, ci è stato risposto, persino, da alcuni Consiglieri della maggioranza che loro “non hanno bisogno di idee”»: conclude il Gruppo Consiliare del Partito Democratico di Forlì.