Forlì, ordinanza comunale: sì a concertini no asporto di bevande alcoliche

0
230
municipio di forlì

(Sesto Potere) – Forlì – 1 giugno 2020 – Questa mattina, alla presenza del Vicesindaco con delega alla sicurezza Daniele Mezzacapo, dei responsabili della Polizia Locale e del Direttore della SIAE, si è svolto nel Centro Storico di Forlì l’ultimo sopralluogo preparatorio alla ripartenza delle forme di intrattenimento e di spettacolo serale, così come possibile in base alla norma in vigore per la “Fase 2” dell’emergenza Covid-19.

“Con determinazione e prudenza – afferma il Vicesindaco Mezzacapo – stiamo compiendo quanto è necessario per consentire la ripartenza di tutti i settori, anche quelli che interessano l’animazione serale nel centro storico. Nel rispetto del divieto di assembramento, vero pericolo per i cittadini e quindi da prevenire ed evitare, abbiamo consentito che da oggi, 1° giugno 2020, sul territorio forlivese possano essere proposti “concertini” con musica di sottofondo. Si tratta di esibizioni musicali con caratteristiche ben precise: volume a livello di ascolto, numero limitato di esecutori, postazioni del pubblico sedute il cui numero e disposizione siano coerenti con le norme di distanziamento”.

Resta ancora il divieto per gli intrattenimenti musicali e gli eventi di spettacolo (concerti, manifestazioni danzanti, rappresentazioni).

L’Amministrazione comunale ha emanato un’ ordinanza (il testo è consultabile sul sito internet www.comune.forli.fc.it .) anche per il divieto, su tutto il territorio comunale, della vendita per asporto di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione e in contenitori di qualsiasi genere. Dalle ore 19:00 alle ore 6:00 per tutti gli esercizi del centro storico mentre per tutti quelli all’esterno il divieto va dalle ore 21:00 alle 6:00.

E’ inoltre vietato il consumo e la detenzione finalizzata al consumo di sostanze alcoliche negli spazi pubblici e nei luoghi aperti al pubblico, in parchi e giardini, per tutto il giorno (dalle ore 0:00 alle 24:00). Il consumo di bevande alcoliche nei pubblici esercizi può avvenire esclusivamente all’interno e all’esterno nelle aree in concessione e solo con servizio al tavolo. I pubblici esercizi, cui è fatto obbligo di garantire il rispetto delle norme di distanziamento sociale, dovranno delimitare l’area del plateatico e regolare gli accessi. Il mancato rispetto dell’ordinanza, nel caso non rappresenti un reato, sarà soggetto a una sanzione amministrativa da 400 a mille euro.

“Per tornare a vivere la città – sottolinea il Vicesindaco Mezzacapo – è importante che tutti i cittadini rispettino il distanziamento, adottino comportamenti corretti e rispettosi del decoro urbano, così da agevolare sia i proprietari dei pubblici esercizi, sia gli agenti delle Forze dell’ordine impegnati nelle azioni di controllo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here