(Sesto Potere) – Forlì, 17 maggio. La Legge Regionale N°24 del 2017 prevede una serie di strumenti urbanistici volti a contenere il consumo del suolo e favorire la rigenerazione e la riqualificazione dei territori urbanizzati. In quest’ottica, tenuto conto della prossima scadenza di piani operativi comunali (15 giugno 2021) e dell’introduzione, il 1° gennaio 2022, del Piano Urbanistico Generale, la Giunta comunale di Forlì, in ottemperanza dell’art. 4 comma 2 della medesima legge, ha adottato un’apposita delibera di indirizzo con la quale si introduce lo strumento dell’avviso pubblico.

Mezzacapo

Il provvedimento, all’ordine del giorno del consiglio comunale di oggi, è stato votato con 23 voti favorevoli e nessun voto contrario.

 “Davanti ad un lavoro così ben fatto, anche l’opposizione ha dovuto limitare le proprie obiezioni convergendo, di fatto, sulla bontà dello strumento utilizzato. La delibera, infatti” – spiega l’Assessore all’Urbanistica Avv. Daniele Mezzacapo – “non ha riscontrato voti contrari ma solo l’astensione del Partito Democratico e di Forlì & Co e il voto favorevole dei Cinque Stelle. La ragione di questo diffuso consenso non può che essere individuata nei criteri propri dell’avviso pubblico e nella declinazione dei suoi obiettivi. Obiettivi che si rifanno al tema della rigenerazione urbana, al consolidamento del tessuto produttivo esistente, al contrasto della dispersione abitativa, alla riqualificazione del patrimonio edilizio esistente, alla sostenibilità ambientale e all’incremento dell’attuale superficie boschiva.

Così come costruita dai nostri preziosi uffici, la delibera appena approvata in consiglio ci consegna uno strumento urbanistico assolutamente all’avanguardia, che proietta questa città nel futuro della rigenerazione urbana mettendola al riparo da pericolose speculazioni edilizie. Ringrazio per il lavoro svolto i nostri tecnici e tutti i consiglieri comunali che, con grande senso di responsabilità, hanno saputo riconoscere la validità di questa delibera. In particolare, il voto di oggi ha certificato la graniticità della maggioranza, impegnata da sempre a governare nell’interesse di Forlì e dei forlivesi tutti.”: conclude Mezzacapo.