Forlì, ok a piano di Hera Servizi Energia per riqualificare edifici pubblici

0
90
il municipio di forlì

(Sesto Potere) – Forlì – 10 novembre 2020 – Un project financing per l’efficientamento energetico e il miglioramento sismico degli edifici pubblici. Una delibera approvata ieri pomeriggio dal Consiglio Comunale di Forlì che dovrebbe consentire un risparmio del 17,5% di energia all’anno nella gestione degli impianti di energia termica degli edifici di proprietà del Comune.

Il progetto, che dopo la delibera consiliare sarà posto in gara, è proposto da Hera Servizi Energia s.r.l., la Energy Service Company di riferimento per il risparmio energetico dei settori Pubblica Amministrazione, Condomini ed Industriale del Gruppo Hera S.p.A., con sede a Forlì.

municipio forlì

“In particolare” – spiegano in una nota l’assessore con delega alle politiche energetiche Giuseppe Petetta e l’assessore ai lavori pubblici Vittorio Cicognani – “la proposta prevede la gestione di 182 impianti degli edifici comunali di cui 57 istituti scolastici, 50 strutture sportive, 41 sedi di uffici pubblici e circa 38 edifici destinati all’utilizzo sociale e culturale. Oltre alla manutenzione e alla gestione energetica di tali edifici nel corso del periodo stabilito, il progetto prevede interventi di miglioramento sismico in 5 edifici e interventi di riqualificazione energetica in 21 edifici, da realizzare entro i primi 2 anni. I numerosi interventi di riqualificazione energetica proposti porteranno a un consistente contenimento dei consumi, che consentiranno il recupero di una parte degli investimenti necessari che non saranno a carico del Comune (e quindi della comunità), bensì saranno interamente sostenuti da Hera Servizi Energia s.r.l. e recuperati nel corso dei 9 anni della convenzione.”

“Gli interventi di riqualificazione energetica e contestuale miglioramento sismico ammontano ad oltre 3,1 milioni di euro e rappresentano la parte più importante e innovativa della proposta di Hera Servizi Energia, trattandosi di migliorie dei sistemi edificio-impianti, come l’inserimento di cappotti, il miglioramento strutturale antisismico, il posizionamento di pannelli solari o la riqualificazione di impianti elettrici e di climatizzazione invernale ed estiva – aggiungono i due assessori nella nota – . Il progetto consentirà, inoltre, un balzo di notevolissima portata nella sostenibilità degli edifici pubblici cittadini, con risparmi del 17,5% dei kWh oggi utilizzati consentendo di evitare immissioni in atmosfera di 420 tonnellate di CO2 ogni anno e migliorando quindi la qualità dell’aria, senza contare che i risparmi continueranno anche dopo il termine della concessione. Basti pensare che il fabbisogno attuale è 11.910.000 KWh/anno ma, grazie agli interventi di riqualificazione energetica degli edifici, sarà possibile risparmiare fino a 18,8 milioni di KWh/anno tra energia termica ed elettrica, corrispondenti al fabbisogno di 1.500 famiglie/ 70 ettari di bosco.”

Vi sarà, ad ulteriore vantaggio del Comune di Forlì, la possibilità di accedere agli incentivi del Conto Termico 2.0. recentemente migliorato dal decreto legge n.104 del 14/08/2020.