Forlì, nuove piste ciclabili. Fiab chiede di rendere “partecipativi” i progetti

0
199

(Sesto Potere) – Forlì – 23 novembre 2020 – L’assessore alla mobilità del Comune di Forlì ha annunciato la realizzazione, entro il prossimo anno, di nuovi percorsi ciclabili di collegamento fra la stazione, il Campus universitario e i quartieri Cava e Ronco.

“Siamo ovviamente favorevoli a progetti di nuove piste ciclabili, se realizzate con criterio.
Il progetto di un collegamento continuo che va dal Ronco alla stazione e alla Cava è
ammirevole e getta le basi della tanto auspicata rete ciclabile, ma nel concetto di continuità
occorre considerare anche tutti gli attraversamenti lungo il percorso: quanti di essi saranno
ciclabili e in sicurezza?”: chiede il gruppo tecnico della Fiab- Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta di Forlì.

progetto campus

“Ci poniamo questa domanda specie dopo aver analizzato il progetto esecutivo approvato
per piazzale della Vittoria che, a nostro avviso, nel tratto tra viale Matteotti e viale Corridoni
non risolve, anzi peggiora, la configurazione attuale (al momento, pur in assenza di pista
ciclabile, c’è almeno continuità tra corso della Repubblica e piazzale della Vittoria, lato parco
della Resistenza). Ricordiamo a tal proposito che, in presenza di una pista ciclabile dedicata,
sarà fatto obbligo ai ciclisti di utilizzarla impedendo di fatto il percorso in carreggiata
attualmente possibile. Da quanto abbiamo potuto vedere nelle tavole di progetto si rischia di ripetere in piazzale della Vittoria la stessa situazione critica già manifestata nel caso di porta Ravaldino”: nota la Fiab di Forlì, che su queste basi rinnova il suo invito all’amministrazione a rendere i progetti “partecipativi” evitando di coinvolgere i cittadini e in particolare le associazioni che li rappresentano “soltanto a progettazione esecutiva avvenuta”.

Altro problema sollevato dalla Fiab è: “la mancanza in città di stalli sicuri per la sosta delle biciclette, sono previsti lungo il percorso o a ridosso di esso? non può esistere pianificazione ciclabile che non preveda una definizione accurata delle aree destinate alla sosta delle bici.
Il ruolo della stazione è centrale in tutti questi progetti, quindi ribadiamo le domande della
nota inviata la scorsa settimana: che sviluppi sono previsti per la sosta delle biciclette in
stazione? Che fine ha fatto il progetto di ciclostazione? Tutto questo progetto di collegamento tra quartieri “taglia fuori” il cuore pulsante della vita cittadina: il centro storico. Date le criticità presenti per l’accesso e l’uscita dal centro storico in bicicletta, data l’assenza di un indirizzo specifico a tal proposito nel PUMS e date le tante parole spese da questa amministrazione sulla la rinascita del centro ci chiediamo: sono previsti progetti satellite che consentano un collegamento sicuro e continuo di questa nuova autostrada ciclabile al centro?”: conclude il gruppo tecnico Fiab di Forlì.