(Sesto Potere) – Forlì – 23 maggio 2022 – S’è svolta questa mattina, in occasione del 30° anniversario del sacrificio dei Magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e degli uomini delle rispettive scorte, la cerimonia di scoprimento del complesso commemorativo in memoria delle vittime delle stragi di mafia nell’area antistante il lato sinistro della Corte di Assise del Palazzo di Giustizia,  vicino alla fontana opera dello scultore Quinto Ghermandi, in piazza XX Settembre.

Un sacrario che – nella stessa area, a margine del parcheggio – si aggiunge al già esistente perimetro che comprende due alberi di gingko biloba ed una targa commemorativa.

L’apice di una programma – che ha preso il via all’alba con un brano musicale dell’arpista Anna Di Iorio e il saluto dell’assessore alla Legalità  Maria Pia Baroni – messo a punto dal Comune di Forlì in collaborazione con il Tribunale di Forlì, la Procura della Repubblica di Forlì, l’Associazione Nazionale Magistrati di Forlì, l’ Ordine degli Avvocati Forlì-Cesena, la Camera Penale della Romagna, la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e Romagna Acque.

Un importante momento di riflessione e al contempo un importante evento istituzionale caratterizzato da una lunga “Maratona di lettura” di testi dedicati alla legalità, alla giustizia, alla lotta alle mafie ed ai magistrati palermitani vittime di Cosa Nostra, alla quale hanno preso parte decine di persone (200 in tutto) in rappresentanza: della società civile, del mondo associativo e amministrativo, delle parti sociali, sindacali, e culturali, del mondo della scuola e del Diritto e e comuni cittadini.

Presenti: magistrati, operatori della Giustizia e alle donne e agli uomini delle forze dell’ordine e delle istituzioni. Educatori che coltivano la Legalità nelle scuole e nel campo della formazione, studenti di ogni ordine e grado. Esponenti della Consulta comunale sulla Legalità e di Libera.

In scaletta interventi di: Maria Teresa Cameli, Procuratore della Repubblica di Forlì, e Rossella Talia, Presidente del Tribunale di Forlì.

Per l’amministrazione erano presenti il sindaco di Forlì Gian Luca Zattini ed oltre a Maria Pia Baroni anche Petetta, Casara e Cicognani.

Per l’Ordine degli avvocati di Forlì-Cesena, Roberto Roccari, e i membri del consiglio direttivo.

Tutti hanno reso onore alla memoria ed all’eroismo di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e sottolineato il patrimonio ideale dei due magistrati trucidati dalla Mafia.

Ha benedetto il complesso commemorativo, don Antonino Nicotra, parroco di San Mercuriale e dell’unità pastorale del Centro storico di Forlì, è stato celebrato un minuto di silenzio in memoria delle vittime dell’attentato del 23 maggio del 1992 e poi l’inno Nazionale cantato dal Coro del Liceo Artistico e Musicale Antonio Canova.

La cerimonia del 30° anniversario dell’assassinio di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e delle vittime degli attentati di Capaci e via D’Amelio ha aperto l’edizione 2022 della “Settimana della legalità” che si terrà dal 23 al 27 maggio nel Complesso della Legalità, in viale dell’Appennino 282, che nasce in una zona oggetto di confisca.

Rassegna che – tra l’altro – vanta in una serata, domani martedì 24 maggio, lo spettacolo di Roberto Mercadini: “Noi siamo il suolo, noi siamo la Terra, monologo per una cittadinanza planetaria”.