(Sesto Potere) – Forlì – 14 aprile 2022 – Alcuni mesi fa, durante i lavori di recupero dell’ex parcheggio Guido da Montefeltro per destinarlo ad area verde, il Comune di Forlì ha adottato la decisione di adibire a parcheggio parte della sovrastante Barcaccia. Tale destinazione è stata confermata anche dopo il termine dei lavori; infatti a tutt’oggi le macchine parcheggiano su di una struttura che, invece, a tutti gli effetti dovrebbe essere considerata un’area di rispetto, completamento e valorizzazione del complesso museale del San Domenico. Tenuto poi conto che la stessa ragione di fondo dell’intervento realizzato sul parcheggio Guido da Montefeltro è stata quella di liberare dalle automobili lo spazio che fronteggia il complesso museale, durante il Consiglio comunale di lunedì abbiamo chiesto alla Giunta di chiarire se il parcheggio sulla Barcaccia sarà mantenuto o eliminato, e quando”: a scriverlo in una nota è Federico Morgagni, capogruppo “Forlì e Co.”, nella foto in alto con il collega Giorgio Calderoni.

cicognani e zattini

In sede di replica, in consiglio comunale , l’Assessore competente ha fornito una risposta che lo stesso Morgagni definisce “bizzarra”.

“L’Assessore Cicognani infatti ha candidamente ammesso di non essere in grado di prevedere cosa accadrà fra quaranta giorni, dopo la scadenza (il 31 maggio) dei termini di permanenza del parcheggio fissati da apposita delibera del Comune. Non possiamo che rimanere attoniti davanti ad una Amministrazione che non è in grado di prefigurare il destino imminente persino di un numero limitato di posteggi per auto”: aggiunge il capogruppo “Forlì e Co.”.

“E d’altra parte, questa mancanza di strategie anche a brevissimo termine si ascrive perfettamente in un più generale fallimento della giunta Zattini che, pur essendo in carica da ben tre anni, non è ancora riuscita a individuare una soluzione in grado di assicurare sia il completamento del lavoro sull’ex parcheggio Guido da Montefeltro che, al contempo, il mantenimento un adeguato numero di posti auto in una zona strategica della città. Quel che è certo è che la qualità del complesso museale del San Domenico non può essere messa a repentaglio dalla miopia e incapacità di programmazione della giunta Zattini e che quindi il parcheggio sulla Barcaccia deve essere rimosso immediatamente, garantendo altresì una risposta adeguata e complessiva al problema dei posteggi mancanti in quella zona della città”: conclude Federico Morgagni.