(Sesto Potere) – Forlì – 20 aprile 2021 – Anche l’Ugl, in questi giorni, ha firmato in prefettura di Forlì-Cesena il rinnovo del Protocollo di legalità per la sicurezza integrata, partecipata e condivisa che era stato sottoscritto nella prima stesura nel giugno del 2015 di vertici delle associazioni di categoria dell’industria, commercio e artigianato della provincia e dalle principali sigle sindacali.

“La nostra firma al rinnovo del Patto  assicura nel contesto economico e produttivo provinciale, la vicinanza del nostro sindacato alle istituzioni e nel quadro di un’attenzione comune con le aziende per sviluppare una maggiore sicurezza integrata che, grazie alla collaborazione dei cittadini, si auspica possa diventare anche partecipata”: afferma il segretario territoriale dell’Ugl di Forlì-Cesena-Rimini e Ravenna, Filippo Lo Giudice (nella foto qui in pagina, ndr).

Il nuovo protocollo, che avrà validità biennale, dispone di promuovere campagne di educazione alla legalità e iniziative pubbliche sulla sicurezza, inclusa quella stradale.

“Ma soprattutto , attivando strumenti di collaborazione tra le Istituzioni, questo Patto promuove il fine prioritario di garantire la legalità nel nostro tessuto socio-economico ed estirpare ogni incipiente fenomeno di infiltrazione mafiosa o di collusione con sodalizi criminali; valutando che questa sinergica fra le parti, nell’autonomia dei loro ruoli, garantisce comunque la libertà di iniziativa economica e la libera concorrenza, salvaguardando il tessuto imprenditoriale dalle illecite ingerenze delle organizzazioni malavitose votate all’usura e alla malversazione”: conclude il segretario Ugl Filippo Lo Giudice.