(Sesto Potere) – Forlì – 6 aprile 2022 – L’ex vicesindaco di Forlì Giancarlo Biserna, (nella foto in alto), oggi esponente del Comitato per il rilancio di Forlì e del suo Centro, lancia quattro proposte per rilanciare piazza Saffi, invitando la giunta comunale a “considerare progetti che in questo momento sarebbero possibili” e, inoltre, “darebbero le ali anche  a quelle buone cose che gli assessori hanno messo in pentola”. 

forlì piazza Saffi ph Google Earth

Le quattro proposte riguardano: il palazzo Palazzo Talenti Framonti che ospitava Eataly, Palazzo Albertini, i locali al piano terra del Palazzo degli Uffici Statali e la sede dell’ex Banca commerciale.

Per Palazzo Talenti Framonti Biserna parla di: “Ottima iniziativa  se va in porto il progetto della Fondazione per affidarlo alla Università per attività varie e mensa. Oltretutto in questo modo si potrebbe attenuare l’ handicap di sempre, ma inammissibile, che vuole l’ Università corpo separato rispetto alla città”.

Zattini

Per Palazzo Albertini l’ex vicesindaco dice che: “Non basta il progetto dell’ assessore alla Cultura che vuole trasferirvi l’importante collezione Verzocchi di quadri sul lavoro e ricavarvi spazi per mostre varie. Cose di questo genere sono nell’ordinario e non segnano una svolta. Occorre fare di più ed essere innovativi rispetto al passato. Come detto più volte il Palazzo va regalato ai cittadini perché vi facciano le attività che vogliono con l’unico impegno di farle e di frequentarlo e farlo frequentare. Uno spazio libero del genere sarebbe una bomba per la frequentazione del centro storico”.

In merito al Palazzo degli Uffici Statali ed alla sede dell’ex Banca commerciale Biserna aggiunge che: “Sono spazi perfetti per  vivacizzare i loggiati. Per quelli sotto via delle Torri e Mazzini, di proprietà dello Stato, non penso non si possa cercare un accordo per renderli usufruibili, fosse anche solo per trasferirvi uffici di movimento. Bisogna impegnare la proprietà ad usarli direttamente o darli a terzi. Mentre per le vetrine della ex Banca Commerciale, però di privati societari, bisogna capire cosa ne vuol fare la proprietà. Bisogna contattarla subito  perché  sarebbe “disumano” lasciare un comparto così lungo ed ampio a piano terra abbandonato per anni”. 

In conclusione, Giancarlo Biserna si rivolge direttamente al sindaco Zattini commentando: “Speriamo che il sindaco colga queste grosse opportunità di rilancio del Centro”.

   

.