Forlì, lampioni accesi di notte in centro. Pd: “Progetto che viene da lontano”

0
136

(Sesto Potere) – Forlì – 2 novembre 2019 – Da questa notte (dal 1° novembre, ndr) in centro storico a Forlì i lampioni saranno accesi tutta la notte, in precedenza veniva spento un lampione su due. Parallelamente inizierà la sostituzione dei punti dell’ illuminazione pubblica con tecnologia a led, il che garantirà notevole risparmio energetico ed economico per le casse del Comune.

 “1.650 punti luce saranno un deterrente per i reati e un modo per valorizzare il cuore della Città”: evidenzia il vicesindaco della giunta Zattini, con  delega alla sicurezza ,  Daniele Mezzacapo.

“La recente delibera sull’illuminazione notturna del centro storico rappresenta la realizzazione del progetto di riqualificazione dell’impianto di pubblica illuminazione approvato dalla Giunta Drei nel 2017, funzionale anche alla prevenzione, il contrasto e la lotta alla criminalità”: a muovere questa osservazione in una nota è il Pd di Forlì.  

daniele mezzacapo
daniele mezzacapo

“Come si può evincere dal bilancio di mandato presentato la scorsa primavera, l’amministrazione Drei ha provveduto a sostituire 12mila punti luce dei 22mila esistenti con un investimento di 4,8 milioni di euro e un risparmio del 47% sui consumi. Prendiamo atto con piacere che questi progetti messi in campo dalle amministrazioni di centro-sinistra vengano confermati dalla attuale Giunta, segno della bontà delle scelte effettuate per migliorare la qualità della vita nella nostra città”: conclude il Pd di Forlì, guidato da Daniele Valbonesi.

daniele valbonesi
daniele valbonesi

E Sara Samorì, attuale consigliere del Pd, che nella giunta Drei era assessore allo Sport, aggiunge: “Bene ha fatto il Partito Democratico ad evidenziare come questo progetto arrivi “da lontano” e siano confermate le scelte fatte dalle giunte di centro sinistra. Aggiungo che non hanno (la giunta di centrodestra, ndr) davvero tirato fuori nulla perché la cosa era già prevista nel progetto della precedente Amministrazione che sostituendo l’illuminazione obsoleta con quella moderna a Led prevedeva un netto risparmio che avrebbe consentito di gran lunga di non prevedere più gli spegnimenti programmati.”

“C’era già tutto. Solo mancava la parola degrado. L’unica novità che hanno saputo apportare (si parla sempre della giunta Zattini, ndr)  è il continuo richiamo alla parola “degrado” che altro non fa che allontanare un’immagine positiva della nostra città, a partire dai suoi cittadini”: conclude Sara Samorì.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here